12 vele colorate svettano sul cielo sardo in onore di Fabrizio De Andrè - Credits: Luigi Filetici
Il progetto realizzato da Alvisi Kirimoto + Partners a Piazza Faber nel borgo sardo di Tempio Pausania - Credits: Luigi Filetici
Luce e colore sono i punti fondamentali dell’installazione, vele colorate (omaggio al mare, tanto amato da De Andrè) passano fra le case della piazza - Credits: Luigi Filetici
Le vele, una volta arrotolate, si trasformano in matite colorate, una delle passione del celebre cantautore soprannominato Faber - Credits: Luigi Filetici
Il progetto di Renzo Piano è stato realizzato dallo studio Alvisi Kirimoto + Partners - Credits: Luigi Filetici
Places

Renzo Piano: vele colorate per Fabrizio De André

12 vele colorate che si stagliano contro il cielo sardo. È l'opera voluta da Renzo Piano, per rendere omaggio all'amico Fabrizio De André e alla Gallura. 

Il progetto, recentemente realizzato a Tempio Pausania, in provincia di Sassari, celebra la luce e il colore del paesaggio sardo con un intervento di valorizzazione della piazza del mercato. Il progetto, idea di Piano, è stato realizzato dallo studio d’architetti AlvisiKirimoto + Partners

Dall'amicizia che legava l'architetto al grande cantautore genovese, che aveva scelto la Gallura come suo ritiro, è nato il progetto di Piazza Faber teso, non solo per ricordare uno dei più sensibili interpreti della musica italiana, ma anche per porre l'attenzione sull'importanza dei piccoli centri del territorio italiano, quali appunto Tempio Pausania.

Luce e colore sono i punti fondamentali dell’installazione, vele colorate (omaggio al mare, tanto amato da De Andrè) passano fra le case della piazza.

Dodici elementi sospesi, costituiti da triangoli di tessuto di dimensioni variabili e realizzate in poliestere si appoggiano come posati dal vento sugli edifici in pietra e le arcate del vecchio mercato. Un gioco leggero fatto di funi, teli che non toccano la piazza, ma la ombreggiano, catturando i raggi del sole e i suoi colori. 

Attraverso singoli motori, ciascuna vela può essere movimentata in autonomia, generando una varietà di configurazioni geometriche. Una volta chiuse, le vele si trasformano in 12 matite colorate - riferimento alla passione di Fabrizio De Andrè per i pastelli Faber-Castell, da cui prende il soprannome datogli dagli amici - sospese tra le pareti di granito dell'antico borgo. 

Products
L'art collection di David Shrigley per Flying Tiger Copenhagen
Places
Luigi Taglienti e il nuovo ristorante Lume a Milano
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto