Places

Un rifugio con terrazza panoramica, nel cuore delle Dolomiti

Alessandro Mitola

A Obereggen, a due passi da Bolzano, sorge il nuovo rifugio con vista panoramica sulle splendide Dolomiti progettato dallo studio Peter Pichler Architecture in collaborazione con l’architetto slovacco Pavol Mikolajcak.

Si tratta di un’architettura sostenibile situata all’inizio della pista Oberholz, a circa 2mila metri di altezza, perfettamente integrata nella natura che la circonda. La struttura a sbalzo si sviluppa dalla collina come un albero steso a terra dal cui tronco nascono tre rami, ognuno dei quali si protrae verso le montagne che dominano il panorama: il Mendel, il Corno Nero e il Corno Bianco. Le tre ampie verande panoramiche poste sulle diramazioni sono chiuse da una grande facciata in vetro e caratterizzate da tetti a due spioventi. All’interno di queste aree sono distribuiti i tavoli del ristorante, avvolti da un’atmosfera intima e accogliente.

La geometria curvilinea del rifugio è sottolineata dall’utilizzo di portali in legno di abete rosso posizionati a distanza variabile, dove lo spazio vuoto tra un elemento e l’altro è tamponato con pannelli di legno di abete. Mentre per la facciata esterna la scelta è ricaduta sul legno di larice. Al piano terra si trovano gli ambienti principali: il ristorante, il salotto, il bar e la cucina. Il seminterrato invece ospita i servizi igienici, i magazzini e un'area dedicata al personale. Inoltre è presente un piccolo bar rivolto direttamente all’esterno, aperto in estate ma anche in inverno.

Per raggiungere il rifugio si prende la seggiovia adiacente. Una volta scesi si hanno due possibilità: utilizzare l’ascensore che conduce direttamente all’interno della struttura oppure seguire la strada della pista da sci, che costeggia il rifugio, accedendo alla terrazza panoramica che costituisce anche l’ingresso al rifugio.

Milano Design Week
COS e Studio Swine al Salone del Mobile
News
La Biblioteca Nazionale di Francia torna al suo splendore
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto