Skykitchen - Credits: Foto by: George Roske
Places

I migliori ristoranti di design di Berlino

Dopo Milano, Parigi e Londra è la volta di Berlino: prosegue il viaggio di Icon Design alla scoperta dei ristoranti più belli d'Europa.

Una breve guida agli indirizzi che uniscono l'esperienza gourmet ad ambienti ricercati in cui immergersi nel design d'autore (e non), ma anche un modo alternativo per scoprire l'estetica dominante di ogni città.

E se Berlino è creativa, libera e un po' folle, non potrebbero essere da meno i suoi ristoranti. A emergere sono le tante anime della città: dal ristorante stellato ispirato alla galleria d'arte che lo ha preceduto fino alla vecchia farmacia trasformata in bistrot, ogni locale è un omaggio alla storia della capitale tedesca.

Abbiamo selezionato 10 ristoranti di design a Berlino, tutti da esplorare per ascoltare il battito della città.

Bosco

Ristorante Bosco - Credits: Federico Testa e Michela Picchi
Ristorante Bosco - Credits: Federico Testa e Michela Picchi
Ristorante Bosco - Credits: Federico Testa e Michela Picchi

Nel cuore del quartiere turco Kreuzberg, un'oasi di creatività gastronomica tutta italiana. Considerato uno dei migliori ristoranti italiani nonostante la recente apertura, Bosco accoglie con ambienti dal design informale e volutamente trasandato. L'impressione è solo di superficie: tutto è scelto con cura, dai tavoli in legno, ognuno diverso dall'altro, fino alle sedie scoordinate e il pavimento grezzo. Un omaggio allo stile della città, imperfetto ma per questo affascinante. La cucina reinterpreta i piatti della cucina regionale in chiave innovativa e contemporanea.

  • Dove: Wrangelstraße 42, 10997 Berlin

Grace

Grace - Credits: © Fotos: Marco Schwalbe
Grace - Credits: © Fotos: Marco Schwalbe

Nella raffinata Charlottemburg, in quello che un tempo era il centro di Berlino Ovest, all'interno del nuovo Hotel Zoo è nato Grace. Un ristorante ma anche un cocktail bar dalle atmosfere calde, dominate dal velluto, dalla pelle e dalle luci soffuse. A firmare gli interni è la designer statunitense Dayna Lee. La cucina mischia i sapori della tradizione tedesca a influenze esotiche: il risultato è un'esperienza gourmet moderna e raffinata.

  • Dove: Kurfüstendamm 25, 10719 Berlin

House of Small Wonder

Credits: Foto: Stefan Kühne
House of Small Wonder - Credits: Foto: Nora Dal Cero
House of Small Wonder - Credits: Foto: Stefan Kühne

Un pezzo di Williamsburg a Berlino. Dopo New York, House of Small Wonder è arrivato nella capitale tedesca nel 2014, portando con sé alcuni rituali della Grande Mela: il brunch del fine settimana, le pastries per la pausa dal lavoro, il caffè lungo da sorseggiare tra le atmosfere rilassate del locale. Una seconda casa, perfetta per qualsiasi momento della giornata.

  • Dove: Johannisstraße 20, 10117 Berlin

Spindler

Spindler - Credits: Foto: © Klaus Lange
Spindler - Credits: Foto: © Klaus Lange
Spindler - Credits: Foto: © Klaus Lange

A Kreuzberg, nella splendida cornice del Landwehkanal, si trova lo Spindler Restaurant. Ambienti minimal, cucina europea: aperto dalla colazione fino alla cena, lo Spindler è una sicurezza in città. L'arredo combina elementi dal design scandinavo a dettagli imponenti, come il lampadario in cristallo e i soprammobili antichi.

  • Dove: Paul-Lincke-Ufer 42/43, 10999 Berlin

ORA

ORA
ORA

Un tempo era una farmacia. Oggi è uno dei bistrot più belli della città grazie agli arredi mantenuti in parte intatti, che contribuiscono a dare un flair nostalgico al locale. Entrare da ORA, in Oranienplatz, è come fare un salto nella Berlino degli anni 30. Il bancone in legno, gli stucchi e le vetrinette racchiudono tutta la storia di una città che ha saputo fare del cambiamento il proprio punto di forza. Aperto dalla colazione fino ai cocktail, ORA è una delle novità della ristorazione berlinese.

  • Dove: Oranienplatz 14, 10999 Berlin Kreuzberg

Tim Raue

Tim Raue
Tim Raue

A Berlino ci è nato e cresciuto. Lo chef Tim Raue ha voluto esprimere tutto l'amore per la sua città d'origine con un ristorante dedicato alla creatività berlinese, con interni ispirati alla galleria d'arte che un tempo abitava questi spazi. Pavimenti in cemento grezzo, tavoloni in legno massiccio, faretti e opere d'arte alle pareti: il risultato è un ristorante colto ed elegante. La cucina, di ispirazione asiatica, ha fatto meritare al locale due stelle Michelin.

  • Dove: Rudi-Dutschke-Straße 26, 10969 Berlin

Louis Pretty

Louis Pretty
Louis Pretty

Da Louis Pretty è possibile gustare uno dei pastrami più buoni della città. Fondato da Oskar Melzer, dj e personaggio noto nella scena techno della città, il locale importa la cultura dei ristoranti "Deli" direttamente da New York. Con un "twist ebraico", come ama ricordare il fondatore. Gli ambienti uniscono tonalità pop ad arredi minimalisti. Una novità nella ristorazione berlinese da provare.

  • Dove: Ritterstraße 2, 10969 Berlin

Skykitchen

Skykitchen - Credits: Foto by: Georg Roske
Skykitchen - Credits: Foto by: Georg Roske

Situato al 12esimo piano dell'Hotel Andel, il ristorante Skykitchen offre una vista spettacolare sulla città e sulla torre della televisione. Fondato dallo chef Alexander Koppe, già premiato con una stella Michelin per il ristorante a.choice di Lichtemberg, Skykitchen reinterpreta in chiave moderna della cucina tedesca, con un tocco "global".

  • Dove: Landsberger Allee 106, 10369 Berlin

Richard

Richard
Richard
Richard

Il ristorante Richard celebra il connubio tra arte e cucina. E infatti il suo fondatore Hans Richard non è soltanto uno chef stellato ma anche un pittore. E tutta la sua passione per l'arte è riscontrabile nelle atmosfere del suo ristorante: le sue opere appese alle pareti dialogano con sculture e opere di design. A caratterizzare invece il menù è una cucina di ispirazione francese, con molti piatti a base di pesce e crostacei.

  • Dove: Köpenicker Str. 174, 10997 Berlin

5-cinco

5-cinco - Credits: Das Stue
5-cinco - Credits: Das Stue
5-cinco - Credits: Das Stue

Un angolo di Catalogna a Berlino. 5-cinco è il primo progetto dello chef stellato Paco Pérez al di fuori della Spagna. A dominare gli spazi è la composizione di pentole in rame che pende dal soffito, vera protagonista degli interni del locale. Il menù vuole stimolare i sensi - da qui il nome del locale - con ricette della tradizione catalana da gustare con gli occhi, le mani, le papille gustative e l'olfatto.

  • Dove: Drakestraße 1, 10787 Berlin
News
Antropocene, un inquietante scenario?
Places
I 5 coworking più belli (e creativi) del 2016
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”