Bob Bob Ricard
Places

I migliori ristoranti di design a Londra

Dopo MilanoParigi, torna l'appuntamento di Icon Design con i migliori ristoranti di design, questa volta a Londra.

Tra atmosfere incantate, spazi dal design ipercontemporaneo e luoghi sospesi tra il passato e il presente, si può dire che Londra offra un'esperienza gastronomica per ogni gusto.

Tra i 10 ristoranti che abbiamo scelto però, emerge un fil rouge: quello dell'intreccio tra ristorazione, arte e design, che si esprime in spazi talvolta multifunzionali, che ospitano eventi e installazioni.

Ecco un piccolo viaggio tra i 10 ristoranti di design di Londra selezionati da Icon Design.

Sketch

Sketch
Sketch
Sketch

A Londra, una vera e propria istituzione gastronomica ma non solo. Perché Sketch non è soltanto un ristorante, ma anche (e soprattutto) una galleria d'arte con installazioni che vengono sostituite ogni due anni. A firmare gli interni è la designer India Mahdavi, che ha realizzato un mondo fatato dominato dal velluto e dalle tonalità del rosa per un'esperienza tattile e visiva che trascende quella puramente culinaria.

  • Dove: 9 Conduit St, Mayfair, London

Bob Bob Ricard

Bob Bob Ricard
Bob Bob Ricard
Bob Bob Ricard

Varcando la soglia del ristorante Bob Bob Ricard si ha la sensazione di essere catapultati indietro nel tempo, agli anni 20. Tra atmosfere sfarzose e dettagli ironici (come i bottoni "Press for Champagne"), il ristorante offre una cucina che mischia ricette tipiche della tradizione russa a piatti più contemporanei. Un luogo incantato e suggestivo, dedicato a chi ama il lusso con accenti eclettici e contemporanei.

  • Dove: 1 Upper James St, Soho, London

The Royal Academy Grand Café

Il ristorante della Royal Academy - Credits: The RA Grand Café © Royal Academy of Arts
Il ristorante della Royal Academy - Credits: The RA Grand Café © Royal Academy of Arts
Il ristorante della Royal Academy - Credits: The RA Grand Café © Royal Academy of Arts

All'interno della Royal Academy of Arts di Londra, un ristorante che unisce il design alla tradizione pittorica inglese: il RA Grand Café. Un luogo sospeso tra passato e presente, in cui rilassarsi tra i dipinti a muro del pittore Gilbert Spencer e gli arredi dal design contemporaneo. Situato in una location storica, il Grand Café contrappone alle atmosfere sontuose un menù leggero e di ispirazione internazionale.

  • Dove: Burlington Arcade, Burlington House, Piccadilly, Mayfair, London

Spring Restaurant

Spring Restaurant
Spring Restaurant
Spring Restaurant

Un altro luogo che unisce arte, design e passione gourmet a Londra. Lo Spring Restaurant, all'interno della Somerset House, è uno spazio sobrio e raffinato in cui gustare la cucina dagli accenti italiani della Chef Skye Gyngell. Il cortile interno è un inno alla vegetazione primaverile ed è spesso utilizzato come set cinematografico.

  • Dove: Somerset House New Wing, Lancaster Pl, London

Berners Tavern

Berners Tavern
Berners Tavern
Berners Tavern

All'interno di The London Edition Hotel, una delle ultime creazioni di Ian Schrager, imprenditore newyorkese e fondatore del celebre Studio 54: il ristorante Berners Tavern. Qui, ad attrarre l'attenzione è la parte alta del locale: l'eleganza degli stucchi è impreziosita dagli imponenti lampadari di cristallo, che restituiscono una luce soffusa. A guidare la cucina è lo Chef Jason Atherton, che ha fatto guadagnare al ristorante una stella Michelin grazie alla sua personale reinterpretazione della cucina tipica britannica.

  • Dove: 10 Berners St, Fitzrovia, London

Frontline Club

Frontline Club
Frontline Club
Frontline Club

Un locale giovane ma già storico: aperto nel 2003, il Frontline Club deve il suo nome a quei giornalisti del The Frontline News Television Agency che furono uccisi durante il proprio lavoro sul fronte. A loro, Vaughan e Pranvera Smith hanno voluto dedicare lo spazio, richiamando un pubblico composto da giornalisti e fotografi. Più che un semplice ristorante, un luogo di incontro che offre eventi e momenti di dibattito sugli scontri internazionali e sul mondo contemporaneo. Ristrutturato di recente dagli architetti Skene Catling de la Peña e FAR Frohn & Rojas, ha riaperto i battenti il 3 ottobre 2016 con un restyling che unisce elementi di design ad alcune tipicità del locale: le fotografie che hanno segnato la storia del XX secolo, firmate dai più noti reporter del nostro tempo.

  • Dove: 13 Norfolk Pl, London

Margot Restaurant

Margot Restaurant
Margot Restaurant
Margot Restaurant

C'è un nuovo indirizzo in città per gli amanti della cucina italiana: il Margot Restaurant. Aperto nell'ottobre 2016 in un'ex fabbrica di tabacco a Covent Garden da Paulo de Tarso and Nicolas Jaouën, il ristorante offre una cucina della tradizione di varie regioni italiane reinterpretata dallo Chef Maurizio Morelli. Gli interni, progettati dallo studio londinese Fabled Studio, si ispirano all'architettura e al design di Giò Ponti e Carlo Mollino, con una predilezione per la palette del blu profondo e l'accostamento di diversi tipi di marmi.

  • Dove: 45 Great Queen St, London

Beast Restaurant

Beast Restaurant
Beast Restaurant
Beast Restaurant

Di certo, il Beast Restaurant non è il "solito" ristorante. In primis per il suo menù, composto esclusivamente da carne e granchio (norvegese). In secondo luogo per i suoi interni, caratterizzati dalla condivisione degli spazi, con lunghi tavoli in legno dominati da lampadari realizzati esclusivamente da candele. I piatti sono un inno al minimalismo gastronomico e alla bellezza (e perfezione) del cibo: la carne e i granchi vengono serviti da soli, senza alcun accompagnamento. Un'esperienza culinaria (ma non solo) per una serata diversa dalle altre.

  • Dove: 3 Chapel Pl, Marylebone, London

Fucina Restaurant

Fucina Restaurant
Fucina Restaurant
Fucina Restaurant

Progettato dallo studio Andy Martin Architects, il Fucina Restaurant vuole essere una reinterpretazione (anche visiva) della cucina contemporanea italiana. A caratterizzare gli spazi sono le mattonelle che ricoprono i muri del soffitto - un omaggio all'interno dei forni per la cottura della pizza - e le tonalità fredde del grigio e del rosa cipria. A guidare la cucina è lo Chef Stefano Stecca, che ha basato il menù sui ricordi dell'infanzia. Una curiosità: insieme al ristorante è in apertura anche una panetteria, accanto al locale.

  • Dove: 22 Paddington St, Marylebone, London

Ethos Restaurant

Ethos Restaurant
Ethos Restaurant
Ethos Restaurant

Un paradiso (di design) per vegetariani, vegani e salutisti di ogni genere: Ethos Restaurant propone un menù senza carne, gluten-free e senza latticini e zucchero raffinato. L'ambiente, caratterizzato da un design giovane e contemporaneo, prende spunto dalla natura, con tronchi d'albero a occupare il nucleo centrale del locale e frutta e verdura utilizzata come ornamento. A impreziosire gli spazi è il marmo, utilizzato per i tavoli e il bancone.

  • Dove: 48 Eastcastle St, Fitzrovia, London
Places
A Berlino, un ex bunker diventa museo
Products
Louis Vuitton a Design Miami
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto
LightHenge illumina Milano Fall Design Week

LightHenge illumina Milano Fall Design Week

Per tutta la durata del mese di ottobre, l’installazione di suoni e luci firmata da Stefano Boeri per Edison illumina piazza XXV Aprile
Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Si intitola "Metropoli Novissima" e sarà visibile fino al prossimo 15 novembre presso il complesso Monumentale di San Domenico Maggiore di Napoli
Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Una settimana di incontri, talk, workshop e mostre sul rapporto tra design, politiche urbane, grafica e industria 4.0. Cosa vedere e perché