Divario - Credits: Foto: Studio Daido
Divario - Credits: Foto: Studio Daido
Divario - Credits: Foto: Studio Daido
Divario - Credits: Foto: Studio Daido
Filippo Tranquilli - Credits: Foto: Studio Daido
Places

A Roma nasce Divario, un contenitore culturale dedicato al contemporaneo

C'è un nuovo spazio espositivo a Roma: Divario. Nato da un'idea dell'architetto Filippo Tranquilli, ospiterà mostre ed eventi muovendosi tra pittura, disegno, grafica, illustrazione, fotografia, scultura, architettura e design.

Un contenitore d'arte che vuole promuovere la creatività in tutte le sue forme, indagando la complessità del reale ed esplorando la molteplicità del contemporaneo. Ma anche un luogo di incontro che respira insieme al suo quartiere, il rione Prati, inserendosi tra i suoi negozi, bar e botteghe.

L'inaugurazione ufficiale sarà il 23 novembre con (in) Land, la prima mostra personale di Simone Bossi, fotografo di architettura che ha ritratto i lavori di Richard Serra, Herzog & De Meuron, Piero Lissoni e KAAN Architecten.

L'esposizione presenterà dieci scatti che esplorano gli interni di una caverna, rivelando alcuni dei temi cari al fotografo, tra cui la leggerezza, la verticalità, la geometria, l'indeterminazione, e il misticismo. Attraverso il suo viaggio nelle viscere della terra, Simone Bossi svela il suo metodo e racconta il suo modo di leggere l’architettura, naturale o artificiale che sia. La mostra sarà visibile fino al 25 gennaio 2020.