Vista su Löyli - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Le saune. - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
La struttura in legno di pino che ricopre le saune. - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Gli esterni di Löyly - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Gli spazi interni di Löyli - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Il ristorante - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Gli esterni di Löyly - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Gli esterni di Löyly - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Gli esterni di Löyly - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Gli esterni di Löyly - Credits: Avanto Architects - ph. by www.kuvio.com
Places

Löyly: la prima vera sauna pubblica di Helsinki

In Finlandia è nata la prima sauna pubblica di Helsinki. Una notizia che stupisce, data la passione dei finlandesi per la sauna.

Eppure, su 5,4 milioni di abitanti sono ben 3,3 milioni le saune dello stato scandinavo. Tutte private, però.

La ragione è semplice: la sauna è una pratica talmente radicata nella cultura finlandese da essere entrata nelle case delle persone, diventando un rito privato. Un momento da dedicare a se stessi, per purificarsi, coltivare la propria interiorità e staccare la spina dal quotidiano. Naturale che negli anni le saune pubbliche siano andate scomparendo.

A invertire la tendenza ci stanno pensando le amministrazioni di alcune città, che iniziano a pianificare l'apertura di nuove saune pubbliche. È il caso di Löyly, la prima vera sauna pubblica di Helsinki, che offre ai visitatori un'immersione totale (e senza divisioni di generi) nella cultura finlandese.

Situata a soli due km dal centro cittadino e progettata dallo studio finlandese Avanto Architects, Löyly si estende in lunghezza a ridosso della costa come se fosse una pietra spigolosa in attesa delle onde. La costruzione in legno di pino trattato termicamente è pensata per fare da “coperchio” alle varie saune, offrendo privacy agli avventori senza oscurare la vista sul mare. Anche gli spazi esterni sono stati concepiti per rimanere riparati dai gelidi venti della costa.

Le tipologie di sauna sono tre: una riscaldata in modo continuo, una riscaldata soltanto la mattina, prima dell'apertura della struttura, e la classica sauna di fumo, molto rara nei contesti urbani. Il nome Löyli significa proprio il vapore che viene sprigionato dalle pietre quando vengono bagnate.

All'interno della struttura gli spazi si suddividono nelle saune e il ristorante, progettato dallo studio Joanna Laajisto Creative Studio. Gli interni sono realizzati utilizzando materie durature e naturali, come l legno di betulla e la lana. L'atmosfera è intima e accogliente, grazie agli ambienti che comunicano un minimalismo addolcito da alcuni particolari in tessuto come le sedie imbottite dell'azienda italiana Torre.

A rendere Löyli una struttura all'avanguardia è la sua anima ecologica: l'elettricità proviene dalla forza del mare e del vento, il legno viene da foreste gestite in modo ecosostenibile e il ristorante serve solo cibo organico.

Dopo la sauna, è possibile tuffarsi direttamente in mare, anche in inverno, grazie agli “avanto”, i classici buchi nel ghiaccio che permettono le nuotate invernali. Un'esperienza quasi folle da provare, oggi, anche grazie a Löyli.

Storytelling
Paolo Gonzato: in equilibrio tra arte e design
Places
Philippe Starck firma a Bordeaux una nuova meravigliosa opera
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento