Pre/post school childcare unit - Credits: Photos by Thomas Jantscher
Pre/post school childcare unit - Credits: Photos by Thomas Jantscher
Una delle aree esterne - Credits: Photos by Thomas Jantscher
Pre/post school childcare unit - Credits: Photos by Thomas Jantscher
Uno degli ambienti interni - Credits: Photos by Thomas Jantscher
Una delle sale interne - Credits: Photos by Thomas Jantscher
Places

Il mondo dorato di Savioz Fabrizzi Architectes

Il tramonto offre spesso spettacoli unici, ovunque ci si trovi.

Si ispira proprio a un fenomeno naturale tipico dell'imbrunire il progetto Pre/post school childcare unit firmato dallo studio Savioz Fabrizzi Architectes e realizzato a Vétroz, nel Canton Vallese in Svizzera.

Un complesso architettonico dedicato all'infanzia che si inserisce armonicamente nel contesto che lo ospita, tanto da replicarne uno straordinario effetto della natura: l'infiammarsi delle cime delle montagne quando cala il sole.

Ed è così che le facciate dei due edifici - uno dedicato all'asilo nido, l'altro alla scuola materna - si tingono di oro, riflettendo la luce proprio come fanno le vette dei monti che circondano la cittadina.

Un progetto che nasce non solo con l'intento di armonizzarsi con il paesaggio circostante, ma che mette al centro le esigenze di chi lo abiterà: i bambini (e i loro genitori). "Flessibile" diventa quindi l'aggettivo più corretto per definire la struttura pensata dai due architetti svizzeri.

Il complesso si sviluppa su una pendenza naturale che facilita l'accesso dei genitori con le carrozzine. Il primo edificio, situato a sud, ospita la scuola dell'infanzia che comprende la cucina, la mensa, le sale giochi e gli spogliatoi, mentre il secondo a nord contiene l'asilo nido. Entrambi sono collegati da un passaggio al piano interrato e sono organizzati su tre piani, con spazi polifunzionali privi di strutture interne per aumentarne la fluidità. La struttura comprende anche una caffetteria situata al piano terra che comunica con gli spazi esterni, progettati appositamente per le diverse fasce d'età dei bambini.

Durante il giorno, la luce riflessa dalle facciate illumina gli ambienti interni attraverso le grandi finestre. La loro disposizione giocosa aggiunge dinamismo alle facciate, dialogando con l'esterno e offrendo varie opzioni per adattare gli spazi.

NYC Design
Via 57 West, a New York il nuovo complesso residenziale firmato BIG
NYC Design
Harry Bertoia in mostra al MAD di New York
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto