Places

Il Teatro Eden torna al suo splendore

Una schiera di piccole case, ben curate e decorate da piastrelle in ceramica dai toni pastello. A coronare i tre piani un tetto in tegole di argilla, realizzate a mano da chi è stato capace di curare, capire e valorizzare la materia prima e le proprie maestranze; questa conoscenza dagli inizi del ‘900 è andata avanti e col tempo è anzi cresciuta, in termini di qualità, tecnologia, rispetto per il contesto e per la sua tradizione.

Siamo nel cuore di Treviso, più precisamente nel Villaggio Eden, interamente costruito tra il 1903 e il 1911 per volere di un illuminato industriale dell’epoca. Graziano Appiani, fondatore della Ditta Appiani e C., azienda dedita alla produzione di fregi, coppi e mattoni, che con il tempo è passata di generazione in generazione senza perdere quella passione che riesce a trasmettere solo chi, come il suo fondatore, ama davvero il proprio lavoro.

Il Villaggio Eden, un quartiere pensato e costruito per gli operai della Appiani, garantiva il benessere delle maestranze, grazie a servizi per la vita e lo svago, abitazioni, ristorante, cinema e un celebre teatro, l’Eden. E proprio varcando la soglia di questa realtà architettonica – vincolata come bene storico artistico dalla Soprintendenza per i beni ambientali e architettonici del Veneto orientale – che si percepisce ancora oggi la visione illuminata di Appiani.

Il Teatro Eden è stato da poco recuperato e donato alla città di Treviso come luogo polivalente per la condivisione di sapere e cultura, oggi come il 5 gennaio 1911, quando si inaugurò quello che divenne il centro per le attività ricreative dei dipendenti Appiani.

Nel foyer, a testimonianza della versatilità e dell’importanza di questi spazi, una foto ingiallita dal tempo porta con sé il ricordo di una grande festa del villaggio: lunghe tavolate imbandite in attesa che la grande famiglia si riunisse ancora una volta, nello spazio che racchiudeva la filosofia Appiani. Cura, eleganza e attenzione ai materiali si leggonotra le mura di questo esempio di architettura Liberty (recuperati grazie a un perfetto esempio di restauro conservativo): legno per i soffitti e le balaustre, ferro per i serramenti, ma soprattutto ceramiche per i pavimenti, le cui grandi piastrelle esagonali sono state riprodotte da Appiani con macchina a idrogetto nelle stesse dimensioni e colori di quelle originali.

Grazie alle nuove tecnologie è stato possibile realizzare oltre 900 mq di superfici di colore rosso, ocra e azzurro che, insieme ad un nuovo palcoscenico, rendono l’Eden un teatro polifunzionale elegante e all’avanguardia. Il ritorno di un’estetica senza tempo, come nei più grandi classici.

News
L'architettura della mente illustrata da Federico Babina
Products
Le mascherine anti-smog di Nendo
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale