The Nam Hai, Hoi An - Credits: Foto: Four Seasons Resort The Nam Hai, Hoi An
illustrazione: Louise Rosenkrands
The Nam Hai, Hoi An - Credits: Foto: Four Seasons Resort The Nam Hai, Hoi An
Places

Greetings from Icon Design: The Nam Hai in Vietnam

The Nam Hai, il resort Four Seasons a pochi chilometri dalla città di Hoi An, in Vietnam, incanta come il suono di una campana tibetana: una vibrazione dell’anima che pare non finire mai. Adagiato lungo la spiaggia di Ha My, sul Mar Cinese, una delle più belle del mondo secondo Forbes, il resort si divide in cento ville con vista mare, firmate dall’architetto parigino Rama Amalou secondo i principi del Phong Thuy (Feng Shui in vietnamita) distribuite in un giardino con 4.500 palme.

Paradiso naturale, The Nam Hai si trova vicinissimo a tre siti patrimonio Unesco: l’antica città di Hoi An, la città imperiale di Hué e il santuario di My Son. La gestione del resort ha fatto della sostenibilità e del rispetto per l’uomo e la natura il suo principio ispiratore: con il Project Aqua, in particolare, grazie a un impianto di imbottigliamento e filtraggio dell’acqua all’avanguardia, quest’anno l’intero complesso risparmierà oltre 5,8 tonnellate di rifiuti di plastica.

Heart of the Earth, la spa interna al resort (unico hotel 5 stelle vietnamita nel 2019, sempre secondo Forbes), che segue nei trattamenti le indicazioni del maestro zen attivista per la pace Thich Nhat Hanh, si è aggiudicato per il secondo anno il titolo di Global Wellness Resort of the Year conferitogli dallo SpaChina Awards. L’aspetto culinario non è da meno: i due ristoranti, i bar, il servizio in camera e gli eventi sono gestiti dallo chef italiano Alessandro Fontanesi, originario di Giandeto di Casina, provincia di Reggio Emilia. Un autentico fuoriclasse.