National Museum of African American History and Culture - Credits: Alan Karchmer
Places

A Washington un nuovo museo dedicato alla storia afroamericana

Mariacristina Ferraioli

Ha inaugurato da un mese a Washington il National Museum of African American History & Culture, il primo museo degli Stati Uniti dedicato alla storia e alla cultura degli afroamericani.  

Promosso e amministrato dalla Smithsonian Institution, il più prestigioso e vasto complesso museale del mondo con i suoi diciannove musei di pertinenza, il National Museum of African American History & Culture è stato progettato dall’architetto anglo-ghanese David Adjaye.

Situato sulla Constitution Avenue, adiacente al Museo Nazionale di Storia Americana e al Monumento a George Washington, il museo ospita numerose sale espositive, un teatro, gli uffici amministrativi e un grande archivio per le collezioni museali.

Costruito su cinque piani espositivi, di cui tre interrati, il museo racconta con un ordine cronologico meticoloso una storia fatta di schiavitù, dolore, ingiustizie sociali e riscatto.

Una storia complessa ricostruita minuziosamente attraverso 36mila reperti e divisa in cinque macro-sezioni: dall’orrore della schiavitù, rivelata simbolicamente da un vagone di un treno per soli neri della Southern Railway Company, alla lotta per la libertà dei movimenti studenteschi e di Martin Luther King, dalla guerra in Vietnam alle glorie dello sport e alla grande influenza della cultura afro-americana sulla musica, sull’arte e sul cinema fino all’immancabile omaggio ad Obama, primo presidente afro-americano degli Stati Uniti.

L’intero museo è stato pensato e progettato da Adjaye non come un semplice omaggio alla storia e alla cultura degli afroamericani, ma come spazio in cui finalmente viene riconosciuto il fondamentale contributo degli afro-americani alla costruzione dell’identità del paese.

La struttura esterna dell’edificio è ricoperta da un reticolo ornamentale in bronzo, chiaro riferimento alla storia dell’artigianato afro-americano, che filtra la luce verso l’interno modulando la sua intensità. La piazza antistante, dominata da un portico e da una fontana centrale, collega l’interno e l’esterno colmandone il divario, allo stesso modo della splendida terrazza che offre una vista impareggiabile sui più importanti monumenti di Washington.

National Museum of African American History and Culture - Credits: Alan Karchmer
National Museum of African American History and Culture - Credits: Alan Karchmer
Il National Museum of African American History and Culture - vista dall'alto - Credits: Alan Karchmer
National Museum of African American History and Culture - Credits: Alan Karchmer
Il National Museum of African American History and Culture - Credits: Alan Karchmer
National Museum of African American History and Culture - piazza antistante - Credits: Alan Karchmer
National Museum of African American History and Culture - Credits: Alan Karchmer
Gli spazi interni del Museo - Credits: Alan Karchmer
L'ingresso del Museo - Credits: Alan Karchmer
La terrazza del Museo - Credits: Alan Karchmer
Places
Yu Cun, un ristorante sull'acqua in Cina
Places
Scalo Milano, il nuovo polo per le eccellenze Made in Italy
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento