Credits: Amaca a bastone by Toer
Credits: Amaca a bastone by Toer
Credits: Amaca Infinity by Trinity Hammocks
Credits: Amaca Infinity by Trinity Hammocks
Credits: Amaca autoportante Dissidence, disegnata da Laurent Corio per Tecsabois
Credits: Amaca autoportante Dissidence, disegnata da Laurent Corio per Tecsabois
Credits: Amaca Para Hammock by Chaffee Graham
Credits: Amaca Para Hammock by Chaffee Graham
Products

5 amache di design, all’insegna del relax

Leggere un libro, ascoltare un po’ di musica o semplicemente godere di un momento di sosta: l’amaca incarna l’essenza del totale relax.

Proprio per questo la ritroviamo nelle copertine delle brochure delle agenzie di viaggio.

Esistono molteplici tipologie di amaca, dove a variare sono le misure, i tessuti e i tipi di sostegno. La sua struttura primordiale consente di restare sospesi a mezz’aria, lasciandosi dolcemente dondolare, per pomeriggi all’insegna della pigrizia.

L’azienda svedese Hästens propone un’amaca a bastone realizzata a mano con 100% cotone con pattern a quadretti bianco e blu. Una soluzione perfetta per l’esterno, comoda ed elegante: grazie ai bastoni divaricatori il peso corporeo viene distribuito in modo ottimale.

Lo studio olandese Toer presenta una simpatica amaca a bastone che sostituisce al classico tessuto in cotone con un tappetino in erba sintetica realizzato in poliammide, resistente ai raggi UV e all’acqua. Anche le cinghie sono prodotte in poliestere e si legano ai bastoni in legno in modo da mantenere il tappetino in posizione.

Trinity Hammocks, marchio fondato da Gilbert Tourville, nasce con l’intento di trasformare l’esperienza dell’amaca in momento sociale e di condivisione. Infinity è una struttura in acciaio inox costituita da tre comfortevoli amache dal design esclusivo, realizzate dagli artigiani delle regioni rurali del Vietnam e della Cambogia.

Disegnata da Laurent Corio per Tecsabois, Dissidence è un’amaca autoportante costituita da una geometrica struttura in legno e appoggio in tessuto cerato. Dopo la pausa relax, grazie ai due anelli in acciaio, è possibile rimuovere e conservare il tessuto.

Para Hammock, progettata da Chaffee Graham, è un’amaca realizzata con oltre settecento tasselli in legno di noce, intrecciati in una in una rete di corda para. La struttura legnosa e flessibile garantisce il massimo comfort, senza tralasciare l’aspetto estetico del prodotto.

Products
4 piani lavabo contemporanei, tra eleganza e funzionalità
News
Il giardino botanico nel deserto
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”