Rörstrand – Ostindia
Products

La tavola di fine estate: spazio a fantasia e colore

"La tavola è come una tela dipinta che ci insegna che “oggi” è una volta sola." (Banana Yoshimoto)

Non c'è niente di più vero: apparecchiare la tavola è un'arte. Un rituale antico, perfetto ambasciatore di intenti e stati d'animo che esprime la personalità dell'ospite e che accoglie i commensali in un caloroso abbraccio.

E proprio come un'opera d'arte, la tavola di fine estate diventa il tripudio della creatività. A vestirla sono tovaglie colorate che riprendono i temi del mare, come quelle del nuovo brand milanese Le Cicale, mentre a popolarla sono creature magiche e buffe come quelle delle porcellane di Iittala e delle saliere di Normann Copenhagen. Il tutto condito da trame fiorate e accessori irriverenti da esibire con un tocco di ironia.

Una tavola all'insegna del buonumore e della convivialità: l'importante è non porre limiti alla fantasia. Perché per combattere l'ansia da rientro bastano una risata e il profumo dei fiori.

Abbiamo selezionato alcuni accessori per la perfetta tavola di fine estate, eccoli in questa gallery tutta da sfogliare.

Serax – Pasta&Pasta. Una dichiarazione d’amore. L’azienda belga ha creato un’intera linea di piatti, scolapasta, pentole e presine dedicata al simbolo internazionale dell’alimentazione italiana: la pasta. Ne è nata una collezione dagli accenti pop e artistici, tutta in black and white.
Iittala – Taika Pitcher. Design by Klaus Haapaniemi. La linea di piatti, tazze e accessori Taika compie 10 anni. Per l’occasione, l’azienda finlandese ha creato una nuova collezione: a caratterizzarla sono sempre le stesse creaturine magiche e misteriose, come quelle della caraffa Pitcher. Per una tavola incantata.
Iittala – Origo. Design by Alfredo Häberli. Estiva e colorata: la linea di tazze, piatti e scodelle Origo dà subito una sferzata di spensieratezza alla tavola. Perfetta per tavolate estive ma anche in città, per dare un tocco di colore all’arrivo dell’autunno.
Normann Copenhagen – Geo Vacuum Jug. Design by Nicholai Wiig Hansen. Ideale per l’estate e per l’inverno, la caraffa termica di Normann Copenhagen mantiene le temperature delle bevande fino a un litro di capienza. Il design rigoroso è sdrammatizzato dalle combinazioni di colori brillanti, che mettono subito allegria.
Normann Copenhagen –Design by Øder Hansen vs. HuskMitNavn. L’idea è partita da una simpatica scoperta: in cinese, la parola danese che sta per contenitore di sale e pepe significa “gay”. Da qui nascono i due strambi personaggi Gordon & Andreas, la saliera e la pepiera di Normann Copenhagen.
Muuto – Plus Grinder. Design by Norway Says. Un grande classico di Muuto: la saliera/pepiera Plus Grinder è una piccola scultura pop che arreda la tavola con colore e design.
Muuto – Corky Family. Design by Andreas Engesvik. Una “famiglia” di caraffe e bicchieri caratterizzata dall’estremo minimalismo, perfetti per essere accostati a pezzi più estrosi e dal design eccentrico. Per la caraffa, la classica forma della bottiglia viene rivisitata in un design semplice e lineare. Un accessorio sempreverde.
Le Cicale. Porta i temi del mare sui tessuti il nuovo brand milanese Le Cicale. Le stampe sono realizzate a mano: cernie, saraghi, tonni, occhiate e scorfani percorrono le tovaglie realizzate con tessuti pregiati. Per il mare e per la città.
Hem – Rain Tablecloth. Design by Sylvain Willenz. Super minimalista, geometrica ma al contempo giovane e allegra: la tovaglia Rain è la base ideale per una tavola dall’animo pop. Il tessuto è composto da lino e cotone.
De Vecchi Milano – Prisma. Cattura subito l’attenzione questo particolare servizio da tè di De Vecchi Milano. L’ispirazione nasce dalle geometrie del prisma: a lui è dedicata l’intera collezione di teiere, tazzine e caffettiere, zuccheriere e lattiere.
Rörstrand – Mon Amie. Design by Marianne Westman. Il design originale risale al 1940, quando la giovane designer Marianne Westmann progettò questa collezione fiorata di tazzine, piatti e caraffe di porcellana. Oggi, la linea Mon Amie viene rilanciata in un set dagli accenti più moderni, rimanendo però un classico senza tempo. Attuale oggi come allora.
Rörstrand – Ostindia. Un altro classico rivisitato per la storica azienda svedese. La linea Ostindia si distingue per i pattern leggeri e fiorati, da abbinare e mixare alle altre collezioni di porcellane, come Mon Amie.
Ilaria.i. – Overlay. Per tavole fiorite: il set di vasi Overlay di Ilaria Innocenti si caratterizza per la sovrapposizione di materiali – argilla e terracotta – e per le originali combinazioni di colori.
Diesel Living with Seletti – Diesel Living e Seletti firmano una linea di accessori tutta dedicata al tema dell’universo. La tavola si popola così di creature dello spazio: i vasi diventano astronauti, centrotavola e candelabri si trasformano in missili, mentre i piatti rappresentano i nove pianeti del sistema solare. Per una tavola spaziale.
Seletti – Blow by Studio Job. La nuova collaborazione tra Seletti e Studio Job ha partorito una collezione di oggetti dall’animo smaccatamente ironico. Come la serie di piatti in porcellana dai disegni pop – la bocca socchiusa, l’uovo in padella, il simbolo della pace – da mixare tra loro per una tavola all’insegna del divertimento.
News
Celebrando Charles e Ray Eames
Products
Caffè minimalista
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi