Rörstrand – Ostindia
Products

La tavola di fine estate: spazio a fantasia e colore

"La tavola è come una tela dipinta che ci insegna che “oggi” è una volta sola." (Banana Yoshimoto)

Non c'è niente di più vero: apparecchiare la tavola è un'arte. Un rituale antico, perfetto ambasciatore di intenti e stati d'animo che esprime la personalità dell'ospite e che accoglie i commensali in un caloroso abbraccio.

E proprio come un'opera d'arte, la tavola di fine estate diventa il tripudio della creatività. A vestirla sono tovaglie colorate che riprendono i temi del mare, come quelle del nuovo brand milanese Le Cicale, mentre a popolarla sono creature magiche e buffe come quelle delle porcellane di Iittala e delle saliere di Normann Copenhagen. Il tutto condito da trame fiorate e accessori irriverenti da esibire con un tocco di ironia.

Una tavola all'insegna del buonumore e della convivialità: l'importante è non porre limiti alla fantasia. Perché per combattere l'ansia da rientro bastano una risata e il profumo dei fiori.

Abbiamo selezionato alcuni accessori per la perfetta tavola di fine estate, eccoli in questa gallery tutta da sfogliare.

Serax – Pasta&Pasta. Una dichiarazione d’amore. L’azienda belga ha creato un’intera linea di piatti, scolapasta, pentole e presine dedicata al simbolo internazionale dell’alimentazione italiana: la pasta. Ne è nata una collezione dagli accenti pop e artistici, tutta in black and white.
Iittala – Taika Pitcher. Design by Klaus Haapaniemi. La linea di piatti, tazze e accessori Taika compie 10 anni. Per l’occasione, l’azienda finlandese ha creato una nuova collezione: a caratterizzarla sono sempre le stesse creaturine magiche e misteriose, come quelle della caraffa Pitcher. Per una tavola incantata.
Iittala – Origo. Design by Alfredo Häberli. Estiva e colorata: la linea di tazze, piatti e scodelle Origo dà subito una sferzata di spensieratezza alla tavola. Perfetta per tavolate estive ma anche in città, per dare un tocco di colore all’arrivo dell’autunno.
Normann Copenhagen – Geo Vacuum Jug. Design by Nicholai Wiig Hansen. Ideale per l’estate e per l’inverno, la caraffa termica di Normann Copenhagen mantiene le temperature delle bevande fino a un litro di capienza. Il design rigoroso è sdrammatizzato dalle combinazioni di colori brillanti, che mettono subito allegria.
Normann Copenhagen –Design by Øder Hansen vs. HuskMitNavn. L’idea è partita da una simpatica scoperta: in cinese, la parola danese che sta per contenitore di sale e pepe significa “gay”. Da qui nascono i due strambi personaggi Gordon & Andreas, la saliera e la pepiera di Normann Copenhagen.
Muuto – Plus Grinder. Design by Norway Says. Un grande classico di Muuto: la saliera/pepiera Plus Grinder è una piccola scultura pop che arreda la tavola con colore e design.
Muuto – Corky Family. Design by Andreas Engesvik. Una “famiglia” di caraffe e bicchieri caratterizzata dall’estremo minimalismo, perfetti per essere accostati a pezzi più estrosi e dal design eccentrico. Per la caraffa, la classica forma della bottiglia viene rivisitata in un design semplice e lineare. Un accessorio sempreverde.
Le Cicale. Porta i temi del mare sui tessuti il nuovo brand milanese Le Cicale. Le stampe sono realizzate a mano: cernie, saraghi, tonni, occhiate e scorfani percorrono le tovaglie realizzate con tessuti pregiati. Per il mare e per la città.
Hem – Rain Tablecloth. Design by Sylvain Willenz. Super minimalista, geometrica ma al contempo giovane e allegra: la tovaglia Rain è la base ideale per una tavola dall’animo pop. Il tessuto è composto da lino e cotone.
De Vecchi Milano – Prisma. Cattura subito l’attenzione questo particolare servizio da tè di De Vecchi Milano. L’ispirazione nasce dalle geometrie del prisma: a lui è dedicata l’intera collezione di teiere, tazzine e caffettiere, zuccheriere e lattiere.
Rörstrand – Mon Amie. Design by Marianne Westman. Il design originale risale al 1940, quando la giovane designer Marianne Westmann progettò questa collezione fiorata di tazzine, piatti e caraffe di porcellana. Oggi, la linea Mon Amie viene rilanciata in un set dagli accenti più moderni, rimanendo però un classico senza tempo. Attuale oggi come allora.
Rörstrand – Ostindia. Un altro classico rivisitato per la storica azienda svedese. La linea Ostindia si distingue per i pattern leggeri e fiorati, da abbinare e mixare alle altre collezioni di porcellane, come Mon Amie.
Ilaria.i. – Overlay. Per tavole fiorite: il set di vasi Overlay di Ilaria Innocenti si caratterizza per la sovrapposizione di materiali – argilla e terracotta – e per le originali combinazioni di colori.
Diesel Living with Seletti – Diesel Living e Seletti firmano una linea di accessori tutta dedicata al tema dell’universo. La tavola si popola così di creature dello spazio: i vasi diventano astronauti, centrotavola e candelabri si trasformano in missili, mentre i piatti rappresentano i nove pianeti del sistema solare. Per una tavola spaziale.
Seletti – Blow by Studio Job. La nuova collaborazione tra Seletti e Studio Job ha partorito una collezione di oggetti dall’animo smaccatamente ironico. Come la serie di piatti in porcellana dai disegni pop – la bocca socchiusa, l’uovo in padella, il simbolo della pace – da mixare tra loro per una tavola all’insegna del divertimento.
News
Celebrando Charles e Ray Eames
Products
Caffè minimalista
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini
IKEA e Tom Dixon: quando il co-branding funziona

IKEA e Tom Dixon: quando il co-branding funziona

Dopo il primo capitolo del sodalizio, il designer inglese svela il suo nuovo progetto per il colosso svedese. Un letto dal design minimale, anche questa volta completamente personalizzabile