Centrotavola in legno di tiglio, Alessi, serie limitata a 999 pezzi numerati
Centrotavola in legno di tiglio, Alessi, serie limitata a 999 pezzi numerati
Centrotavola in legno di tiglio, Alessi, serie limitata a 999 pezzi numerati
Products

Alessi rende omaggio a Ettore Sottsass

Cento anni fa nasceva a Innsbruck Ettore Sottsass, uno dei più importanti maestri del design di sempre. Tra le numerose collaborazioni che scandiscono la sua carriera, degna di nota è quella avviata con Alessi nel 1972. Diede origine a progetti come il portacondimenti 5070 del 1978, il set di posate Nuovo Milano del 1987 e la linea di piatti La Bella Tavola del 1993.

Con Alberto Alessi Sottsass instaurò un rapporto speciale fatto di confronti continui sull'estetica del design e sul ruolo dell’industria: «Ettore non mi ha mai risparmiato le sue bonarie critiche, per le quali non finirò mai di essergli grato: [...] Ragazzo mio, diceva, ricordati che voi industriali avete un ruolo non solo economico ma anche culturale: con i milioni, milioni di milioni di prodotti reali che anno dopo anno gettate nel mondo voi avete una grande influenza sul modo di essere e di pensare della gente e una bella responsabilità sull’evoluzione della società dei consumi».

A distanza di  della ricorrenza Alessi presenta oggi un’edizione limitata di 999 pezzi numerati del centrotavola disegnato da Sottsass nel 1990 per il catalogo Twergi. Si tratta di una collezione di oggetti in legno realizzati da artigiani della Valle Strona, una valle nei pressi del Lago d’Orta dove risiede il quartier generale dell’azienda italiana.

Prodotto ancora oggi mediante la medesima tecnica di tornitura, il Centrotavola ha una struttura in legno di tiglio caratterizzata dalla sovrapposizione di elementi: «Quasi tutti gli oggetti che disegno hanno una base, non toccano direttamente terra. Non appena si mette una forma su una base, la forma diventa immediatamente importante, più ferma: diventa un piccolo monumento», rivelava l’autore.