Sirius Building, progetto di Tao Gofers - Credits: Ph. Glenn Harper
La University School of Molecular Bioscience and Biochemistry - Credits: Ph. Glenn Harper
Il Kuring-gai College - Credits: Ph. Glenn Harper
L'edificio Bidura Children's Court - Credits: Ph. Glenn Harper
Il grattacielo della Town Hall House, progetto di Anchor Mortlock & Woolley - Credits: Ph. Glenn Harper
Gli uffici del Reader's Digest - Credits: Ph. Glenn Harper
Brutalist Sydney Map, il nuovo titolo della casa editrice britannica Blue Crow Media
La collana di mappe dedicate all'architettura brutalista
Products

L’architettura brutalista di Sydney

«Questa mappa conduce i lettori alla scoperta degli edifici in stile brutalista più audaci e storicamente rilevanti di Sydney, ma non solo. Consente di riscoprire la città da una prospettiva unica, con tutti i suoi paesaggi urbani». Così Glenn Harper, autore e urban designer presso PTW Architects, descrive Brutalist Sydney Map.

La nuova guida edita dalla piccola casa editrice britannica Blue Crow Media celebra l'heritage architettonico brutalista della metropoli australiana. E va ad aggiungersi ai titoli della collana sull'architettura che ad oggi comprende Brutalist Paris Map, Modern Berlin Map, Brutalist Washington Map, Constructivist Moscow Map, Art Deco London Map e Brutalist London Map.

Graficamente impeccabile e curata nei minimi dettagli, la mappa comprende cinquanta esempi di architetture dislocate nel cuore della città e nei sobborghi di Sydney ed è corredata da foto e testi di approfondimento. Spazia dal Sirius Building, progettato da Tao Gofers nel 1978, al grattacielo della Town Hall House, progettato dallo studio Anchor Mortlock & Woolley. Non mancano gli interventi architettonici di autori di primo punto come Harry Seidler  & Associates, Marcel Breuer ed Herbert Beckhard. Ma anche opere minori come la Buhrich House II progettata dal duo Hugh e Eva Buhrich o l’ex quartier generale della CBC Bank per opera di Kerr and Smith.

News
Big Time, il docufilm su Bjarke Ingels
News
Se l'amore (trino) è arte: Jean Cocteau a Villa Noailles
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto