L'omaggio di Ettore Spalletti - Credits: Oluce
L'omaggio di Michelangelo Pistoletto - Credits: Oluce
L'omaggio di Mimmo Paladino - Credits: Oluce
Credits: Oluce
La versione della lampada Atollo in portoro - Credits: Oluce
Products

I 40 anni della lampada Atollo di Oluce

Progettata nel 1977 da Vico MagistrettiAtollo è sicuramente una delle lampade più celebri nel panorama del design italiano. Premiata con il Compasso d’Oro nel 1979, ha rivoluzionato il modo di immaginare le lampade da tavolo, con i suoi elementi geometrici che la compongono: il cilindro, il cono e la semisfera.

Per celebrare questa icona del design, in occasione della Milano Design Week, Oluce ha chiamato all’appello quattro maestri dell’arte contemporanea, Enzo CucchiMimmo PaladinoMichelangelo Pistoletto ed Ettore Spalletti. Il risultato è la mostra AtolloArte, curata da Nicola Di Battista, con l’allestimento di Ferruccio Laviani, e sviluppata con la collaborazione della Fondazione Vico Magistretti.

L'appuntamento si è svolto nel cortile di uno storico palazzo milanese in via Conservatorio 22, progettato dallo stesso Magistretti. Ognuno degli autori coinvolti è stato invitato, come ha spiegato Di Battista, a «rendere omaggio alla lampada di Magistretti realizzando un proprio lavoro che partisse dalla lampada stessa e che raccontasse anche della loro maniera d’intendere l’arte».

Accanto ai progetti degli artisti coinvolti, Oluce ha celebrato la lampada Atollo realizzando una versione in portoro, prezioso marmo italiano originario della zona ligure di Porto Venere. Si tratta di un pezzo realizzato a partire da un singolo blocco di pietra, intagliato e rifinito da maestri marmisti. La caratteristica principale del portoro, di color nero intenso, sono le venature dorate che vanno a impreziosire le geometrie essenziali della lampada di Magistretti.