La collezione Tank di Tom Dixon - Credits: Tom Dixon
Products

Bicchieri di design: 10 proposte per la tavola

Può sembrare un paradosso parlare di semplicità riferendosi alla raffinata arte del ricevere. Ma è proprio l’essenzialità, l’elemento che più determina la bellezza dei bicchieri di design.

Le trasparenze creano rilessi ed esaltano l’eleganza delle linee. Le forme mettono in risalto i sapori, enfatizzando l’aroma di ogni bevanda.

Per offrire la degustazione perfetta, designer e brand internazionali si mettono all'opera, studiando silhouette e sapori, creando calici, flûte e caraffe per ogni drink e occasione.

Bicchieri di design per l'acqua, per il vino, per i cocktail e per la limonata, così come da whisky e da grappa.

Quido è la nuova proposta del designer ceco Martin Jakobsen. Pensato per due, il bicchiere è composto da doppia cannuccia, sfera in vetro soffiato a mano e tappo in silicone per trattenere i profumi fruttati dei cocktail - Credits: Martin Jakobsen
Il bicchiere da cognac Normann Copenhagen oscillando gentilmente accentua l'essenza del liquore - Credits: Normann Copenhagen
Jasper Conran crea per Waterford la perfetta caraffa da Martini - rigorosamente mescolato, non shekerato, come vuole la tradizione del prestigioso Savoy Hotel di Londra - Credits: Waterford
L'ergonomia del nuovo bicchiere da limonata firmato da Max Lamb per l'online shop Makers & Brothers è studiata per facilitare la presa del bicchiere. Il design, ispirato alla forma di due limoni sovrapposti, rende il bicchiere perfetto per cocktail e bevande estive a base di agrumi - Credits: Makers & Brothers
La collezione Tank di Tom Dixon propone bicchieri da champagne, cocktail e vino dalla base solida e dalle dimensioni generose. Per un drink XXL - Credits: Tom Dixon
Raffinate e minimali, le sculture in vetro con base metallica che compongono la linea Sommelier sono state disegnate da Michael Anastassiades per Puiforcat. La collezione propone bicchieri da vino, liquori e acqua - Credits: Puiforcat
Pensata da Patricia Urquiola per Kartell la linea Jellies sfida la tradizione proponendo bicchieri e flûte realizzati in brillante materiale plastico, colorato e trasparente - Credits: Kartell
Un classico intramontabile. Creato nel 1963 da Joe Colombo per Arnolfo di Cambio, il bicchiere Smoke stupisce da sempre per l'inaspettata forma del suo gambo che permette, con una stessa mano, di tenere il bicchiere e la sigaretta - Credits: Arnolfo di Cambio
Il bicchiere da birra Splügen è la riedizione del 2001 del progetto originale. Firmato dai fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni per Alessi, il bicchiere è inizialmente creato nel 1960 per il bar Splügen Bräu di Milano - Credits: Alessi
Nati nel 1990 i Calici, in cristallo di Murano soffiati a bocca e rifiniti a mano firmati Carlo Moretti, vengono proposti ogni anno in collezioni di sei esemplari ad edizione limitata - Credits: Carlo Moretti

Bicchieri per alcolici: un omaggio al gusto

Il designer ceco Martin Jakobsen intrappola i sapori nel bicchiere da cocktail Quido. Normann Copenhagen propone un bicchiere da cognac che, oscillando gentilmente, accentua l'essenza del liquore, mentre Jasper Conran crea per Waterford la perfetta caraffa da Martini - rigorosamente mescolato, non shakerato, come vuole la tradizione del prestigioso Savoy Hotel di Londra.  

Tra ergonomia e funzionalità

Altri prediligono la praticità. L'ergonomia del nuovo bicchiere di design da limonata firmato da Max Lamb per l'online shop Makers & Brothers è studiata per facilitare la presa del bicchiere. Le dimensioni generose dei calici Tank di Tom Dixon, offrono drink extra-size.

Vetro e plastica i protagonisti

Le sculture in vetro della linea Sommelier di Michael Anastassiades per Puiforcat sono dotate di base metallica per un appoggio stabile e sicuro e la linea Jellies di Patricia Urquiola per Kartell è realizzata in un brillante e resistente materiale plastico.

A tavola: i classici made in Italy

Infine, c'è chi sceglie la storia del design italiano, portata in tavola da classici intramontabili come Smoke, disegnato da Joe Colombo nel 1963 per Arnolfo di Cambio e studiato per sorreggere sigaretta e bicchiere con una mano sola, il bicchiere da birra Splügen, riedizione del progetto originale del 1960 dei fratelli Achille e Pier Giacomo Castiglioni per Alessi.

E i calici da collezione in cristallo di Murano soffiati a bocca e rifiniti a mano firmati Carlo Moretti, proposti ogni anno in collezioni ad edizione limitata.

News
Bosco Culturale: dall'Austria a Milano, il verde incontra il design urbano
Places
Loulou, il nuovo ristorante del Musée des Arts Decoratifs di Parigi
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Una giornata all’Ange Volant, progettata da Gio Ponti negli anni 20

Una giornata all’Ange Volant, progettata da Gio Ponti negli anni 20

È la dimora di Sophie Bouilhet-Dumas, tra i curatori della retrospettiva sull’architetto italiano in scena al Musée des Arts Décoratifs di Parigi fino al 10 febbraio
A Courmayeur, nel nuovo pop-up store di Bang & Olufsen

A Courmayeur, nel nuovo pop-up store di Bang & Olufsen

Aprirà in vista delle festività natalizie, in pieno centro storico, dal 7 dicembre al 28 febbraio 2019
Un inedito Bruno Munari in mostra a Napoli

Un inedito Bruno Munari in mostra a Napoli

Il Museo Plart porta, per la prima volta nel capoluogo partenopeo, un aspetto meno conosciuto dell’opera del grande designer italiano. Fino al prossimo 20 marzo
Quali sfide attendono le città del futuro?

Quali sfide attendono le città del futuro?

Prova a fare il punto il New York Times con il forum "Cities for Tomorrow" dove, venerdì 7 dicembre, interverrà anche l’architetto Stefano Boeri
Dicembre: le mostre di design e architettura

Dicembre: le mostre di design e architettura

Aspettando il Natale oppure approfittando del tempo libero durante le feste, ecco le mostre da non perdere questo mese. Piccoli (e grandi) appuntamenti per scoprire le nuove visioni del design