La catena di una bicicletta fatta su misura dalla casa londinese Hartley Cycles
Una bicicletta Donky disegnata da Ben Wilson
Una discesa ardita all'ultimo Giro d'Italia. - Credits: Emily Maye
Hartley Cycles di Londra è una delle case di biciclette su misura più stimate al mondo
Particolare dei tubolari. - Credits: Emily Maye
Caschetti e scarpe sono oggetto di continua evoluzione e ricerca tecnologica. - Credits: Emily Maye
La bicicletta smontabile Brompton nei laboratori di lavorazione
Una bicicletta in fuga solitaria. - Credits: Emily Maye
La Dogma K8-s Pinarello utilizzata dai corridori del Team Sky - Credits: Pinarello
Lo zaino della linea per ciclisti 531 firmata da Paul Smith
Products

Biciclette di design: a Londra una mostra-evento le celebra

Luca Bergamin

Dalla Dogma K8-s di Pinarello usata dai ciclisti del Team Sky per affrontare le grandi corse a tappe del circuito professionistico alla Donky con doppio portapacchi ricavato su di un unico pezzo di alluminio orizzontale disegnata da Ben Wilson per chi vuole andare a fare acquisti anche con un modello “assai stylish”.

Tecnologia e bellezza, insieme al comfort sono le caratteristiche dei nuovi modelli di bike che imperversano a Londra, una città che grazie al grande numero di piste ciclabili, all'apertura di molti bike cafè - Look Mum No Hands! in Old Street e il Rapha Cycle Club a Soho sono i più cool - è diventata la patria dei biker nonostante il clima grigio e uggioso. Tanto è vero che il Design Museum dedica alle due ruote una mostra evento intitolata Cycle Revolution in programma sino al prossimo 30 giugno.

Una delle marche che vanno più di moda sono le Brompton, biciclette che si possono piegare, "stringere" sino a farne quasi una valigia da trascinarsi in metropolitana o dentro l'automobile per poi riarprirle e ricomporle in modo da utilizzarle in centro città. Nei laboratori della fabbrica londinesi i meccanici sono affiancati ora da designer che procedono a customizzare ogni modello a seconda delle esigenze del compratore: colore, materiale, disegni della carrozzeria sono infatti realizzati in base alla fantasia di chi poi guiderà la bicicletta. 

La bike te la puoi far fare da un artista come Ben Wilson oppure ci si può rivolgere a stilisti delle due ruote come i tecnici delle marche più in voga oltre Manica quali Donhou, Toad Custom, Hartley, Robin Mather, Mercian and Shand che creano modelli su misura in base alle caratteristiche fisiche di chi pedalerà, suggeriscono i materiali più adatti in base alla superficie sui quali si utilizza la bicicletta, e propongono selle in pelle, manopole in legno, freni e pedali dalle scocche performanti e intriganti.

Anche la moda ha oramai adottato i biker, creando linee su misura per chi vuole essere guardato anche in bicicletta: Paul Smith, che su due ruote ci va da quando aveva dieci anni, ha disegnato 531, una linea speciale per affrontare l'inverno senza rinunciare alla bicicletta: tessuti idrorepellenti, isolanti, che proteggono da freddo, vento e pioggia, sfoggiando colori esterni ben visibili alle automobili, le nemiche dichiarate.

Products
Tra forma e colore, 4 vasi per arredare la casa
Products
Sette giovani designer da tenere d’occhio
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto