Credits: Un dettaglio della Le Vélo
Credits: La Bixby di Shinola
Credits: Dettaglio della Bixby di Shinola
Credits: Particolare della Bixby di Shinola
Credits: Il “marchio di fabbrica ” della Bixby di Shinola
Credits: Il manubrio della Fuoriserie di Pininfarina
Credits: Dettaglio della Fuoriserie di Pininfarina
Credits: Particolare della Fuoriserie di Pininfarina
Credits: La Fuoriserie di Pininfarina
Credits: Il laboratorio Le Vélo di Amburgo
Credits: Le Vélo
Credits: Manubrio de Le Vélo
Products

Tre biciclette per il 2015, tra vintage e hi-tech

Laura Barsottini

Telai assemblati a mano, inserti in pelle, luci d'epoca. Per qualcuno la bicicletta non è un semplice mezzo di trasporto, ma un oggetto che racchiude un'attitudine. Italia, Germania e Stati Uniti sono i protagonisti delle storie su due ruote che stiamo per raccontarvi. Storie di tradizione e recupero, ma anche di innovazione tecnica che si incontrano con armonia dando vita a oggetti senza tempo.


Fuoriserie è la nuova bicicletta tailor-made disegnata da Pininfarina e realizzata dal laboratorio 43 Milano. Si tratta di una due ruote prodotta in edizione super limitata: 30 unità che richiamano l'anno di nascita dell'azienda torinese. Ispirata ai modelli automobilistici degli anni Trenta e Quaranta, Fuoriserie mette insieme materiali classici e moderni: il telaio è composto da tubi in acciaio cromato saldati a mano e arricchiti da un rivestimento in radica di noce; manubrio e sella sono foderati con una speciale pelle prodotta da The Bridge che prende ispirazione dagli interni della Lancia Astura Bocca, automobile del 1936 disegnata e prodotta da Pininfarina in soli sei esemplari. Se da una parte Fuoriserie si rifà alla tradizione artigianale, dall'altra mette in campo migliorie tecnologiche come il sistema propulsivo Bike+, un motore in miniatura che consente di ottimizzare le energie del ciclista, l'impianto di illuminazione a led e il carica cellulare a dinamo. Fuoriserie è disponibile sull'online store di Pininfarina.


Telai italiani degli anni Venti, fanali di biciclette francesi, manubri delle dueruote da postino svizzero degli anni Quaranta. Durante i suoi viaggi, Senad Sarac ha collezionato parti di ricambio per biciclette frugando tra flea market, scantinati e mercatini delle pulci. Con un repertorio di pezzi d'epoca che va dal 1895 al 1970, una grande passione per la qualità e l'artigianalità, Senad ha deciso di dare vita a Le Vélo, un piccolo laboratorio artigianale nel cuore di Amburgo, Germania. Uno scenario fatto di ingranaggi, campanelli, manubri e telai d'epoca che ripercorrono la storia della bicicletta dando vita a pezzi unici interamente assemblati a mano. È possibile ordinare la propria due ruote custom consultando il sito ufficiale.

 
Shinola nasce a Detroit nel 2011 come casa produttrice di orologi, pelletteria e biciclette. Si tratta di un'azienda giovane che ha fatto del know-how la sua arma vincente, è infatti approdata anche in Europa con un e-commerce per rispondere alla richiesta internazionale di prodotti firmati Shinola. Bixby è un bicicletta pensata e assemblata a mano nella sede americana con materiali locali. Equipaggiata con cambio a tre velocità Shimano e telaio in acciaio progettato per maggiore confort, si conferma una due ruote dalle linee classiche perfetta per muoversi in città. È disponibile nelle varianti nero, verde bottiglia, grigio e blu nelle boutique Shinola e online.

Products
Ombrelli per il viaggiatore moderno
Products
Cinque oggetti per una scrivania di design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto