ONAK è una canoa pieghevole ispirata al mondo degli origami giapponesi - Credits: ONAK
Si assembla in soli 10 minuti - Credits: ONAK
Pesa poco più di 17 chili e può sostenerne fino a 200 - Credits: ONAK
È realizzata in materiale composito termoformabile honeycomb‐curvTM, dieci volte più resistente rispetto al tradizionale polipropilene - Credits: ONAK
La canoa, una volta ripiegata, misura solo 119 x 38 x 25 centimetri - Credits: ONAK
Products

ONAK, la canoa pieghevole ispirata agli origami

Alessandro Mitola

Quella che ad un primo impatto può sembrare una semplice canoa, in realtà nasconde un minuzioso progetto innovativo.

ONAK è una canoa pieghevole nata da un’idea dei designer Otto Van De Steene e Thomas Weyn, deliberatamente ispirata al mondo degli origami giapponesi, che fa della portabilità la sua chiave di volta.

Il progetto ha visto la luce sulla piattaforma Kickstarter e ha raggiunto il suo obiettivo in un batter d'occhio, raccogliendo oltre 235mila euro.

Superleggera (pesa poco più di 17 chili) e ultraresistente, può sostenere fino a 200 chili e si assembla in soli dieci minuti per essere pronta all’uso. E una volta ripiegata misura solo 119 x 38 x 25 centimetri.

Grazie al materiale composito termoformabile honeycomb‐curvTM, questa canoa pieghevole è dieci volte più resistente rispetto al tradizionale polipropilene e può navigare anche su acque ghiacciate.

«Volevamo rendere possibile l’esperienza del canottaggio ovunque, persino in città», spiega Thomas Weyn.  

Un gioiellino che farà felici sportivi e appassionati di outdoor: da oggi disponibile in preordine sul sito ufficiale del brand.