La poltrona CH71 e il divano biposto CH72, design di Hans J. Wegner - Credits: Carl Hansen & Son
La poltrona CH71 e il divano biposto CH72, design di Hans J. Wegner - Credits: Carl Hansen & Son
La poltrona CH71, design di Hans J. Wegner - Credits: Carl Hansen & Son
La poltrona CH71, design di Hans J. Wegner - Credits: Carl Hansen & Son
Il divano biposto CH72, design di Hans J. Wegner - Credits: Carl Hansen & Son
Il divano biposto CH72, design di Hans J. Wegner - Credits: Carl Hansen & Son
Products

Carl Hansen & Son, un tuffo negli anni Cinquanta

La poltrona CH71 e il divano biposto CH72 sono stati progettati nel 1952 da Hans J. Wegner e presentati alla fiera del mobile Danish Furniture Design presso il centro commerciale di Copenaghen Magasin du Nord. Entrati in produzione soltanto dalla fine degli anni Settanta, oggi vanno ad arricchire la collezione del marchio danese Carl Hansen & Son.

«La serie si integra sotto ogni aspetto con la nostra collezione completa di arredi firmati Wegner, risaltando tra le opere del grande designer danese per la sua unicità, soprattutto per quanto riguarda le dimensioni», racconta Knud Erik Hansen, CEO di Carl Hansen & Son. «Sia la poltrona sia il divano si adattano all’attualissimo trend dell’abitare che valorizza le case compatte delle grandi città, dove lo spazio è spesso limitato. Wegner è riuscito a progettare un’elegante poltrona e un divano abbinato, che occupano poco spazio, pur offrendo un livello di comfort normalmente associato ad arredi più ingombranti. La poltrona e il divano hanno un aspetto gradevole, delicato e armonioso da tutte le angolazioni, il che permette di posizionarli facilmente ovunque».

Dalle dimensioni compatte, CH71 e CH72 si caratterizzato per un telaio sottile e confortevole, interamente rivestito, e gambe tonde e affusolate in legno massello. La seduta è dotata di cuscini rimovibili e braccioli rivestiti, rifiniti con poggiamano arrotondati in legno massello: un dettaglio funzionale ed estetico che protegge i braccioli e agevola il sollevamento e lo spostamento della poltrona.

Il rivestimento delle sedute è declinato in un’ampia gamma di tessuti, disponibili in vari colori e texture per il telaio e il cuscino. Gambe e poggiamano sono invece realizzati in rovere e noce con diverse finiture. CH71 e CH72 sono realizzati presso lo stabilimento di Carl Hansen & Son a Gelsted, sull'isola danese di Funen, secondo una precisa lavorazione artigianale da parte di ebanisti e tappezzieri danesi.

Storytelling
La forma dell'acqua
Products
Novità Elettrodomestici: i modelli che disegnano la casa del futuro
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi