Koda, progetto di Kodasema - Credits: Ph. Paul Kuimet
Koda, progetto di Kodasema - Credits: Ph. Paul Kuimet
Koda, progetto di Kodasema - Credits: Ph. Paul Kuimet
Koda, progetto di Kodasema - Credits: Ph. Paul Kuimet
Koda, progetto di Kodasema - Credits: Ph. Paul Kuimet
Koda, progetto di Kodasema - Credits: Ph. Paul Kuimet
Products

Koda, la mini casa prefabbricata da montare in poche ore

Le frontiere delle case prefabbricate si allargano e le soluzioni abitative non convenzionali diventano sempre di più. Koda, ad esempio, la tiny-house progettata dallo studio estone Kodasema, si assembla in un batter d’occhio: per costruirla ci vogliono appena sette ore.

Energicamente efficiente, fatta con materiali ecologici e sopra ogni cosa versatile. Koda è una casa modulare priva di fondamenta, cosa che ne consente la realizzazione in loco in tempi brevissimi. «È stata pensata per essere montata e smontata un’infinita di volte», raccontano i progettisti.

Si presenta come un cubo realizzato con pannelli compositi con esterni in calcestruzzo e interni in legno, materiali riciclabili e non tossici che garantiscono un ambiente salubre e termicamente isolato, in grado di minimizzare i rumori provenienti dall’esterno.

All'interno gli spazi sono ottimizzati al centimetro ed equipaggiati con un sistema di illuminazione a led: living, cucina, bagno, camera da letto soppalcata e terrazza sono contenuti in 25 metri quadri che guardano all’esterno grazie a una facciata a tutta altezza in vetro.

Infine, sul tetto sono posizionati dei pannelli solari in grado di garantire il fabbisogno energetico della struttura e generare una quantità di energia maggiore rispetto al necessario che viene immagazzinata e utilizzata all'occorrenza.

Il progetto è stato presentato per la prima volta in occasione della Biennale di Architettura di Tallinn nel 2015 ed è stato selezionato per il premio World Architecture Festival 2016 per la categoria Small Project Prize.