Caruso, la cassa Bluetooth disegnata da Paolo Caruso per Miniforms - Credits: Paolo Cappello
Products

Caruso, la cassa Bluetooth ispirata al grammofono

Alessandro Mitola

Si chiama Caruso ed è la nuova cassa Bluetooth progettata dal giovane designer veronese Paolo Cappello per Miniforms.

Un nome tipicamente italiano per celebrare qualità audio e design. Caruso non è una cassa Bluetooth come le altre: la sua particolarità risiede nelle forme, deliberatamente ispirate ai vecchi grammofoni su cui giravano i vinili a 78 giri.

«Volevo disegnare un prodotto che restituisse forma alla musica, proprio ora che ci troviamo nell’era del digitale», spiega Paolo Cappello. «Cercavo qualcosa con un appeal iconico e riconoscibile, un prodotto che chiunque potesse capire», prosegue il designer.

Caruso, una cassa Bluetooth dal design unico

La scocca misura circa un metro in larghezza ed è disponibile nelle versioni laccate grigio seta, nero bianco, rosa corallo e blu pastello, oppure in legno di quercia o noce naturali.

Il diffusore audio è realizzato in ceramica, anch’esso declinato in numerose palette quali rosso, rosa, giallo, antracite o bianco, ed è dotato di un sistema audio ad alta definizione che consente di connettere tramite Bluetooth 4.0 i dispositivi. Il tutto realizzato completamente a mano da maestri italiani in provincia di Venezia, a Meolo per l’esattezza, unicamente su ordinazione.

Inoltre, Miniforms propone una versione in edizione limitata con speaker placcato in oro 24 carati e scocca in legno di quercia del XVIII secolo, rigorosamente realizzata a mano.

Paolo Cappello
Credits: Paolo Cappello
Credits: Paolo Cappello
Credits: Paolo Cappello
Credits: Paolo Cappello
Credits: Paolo Cappello