Ceramica Flaminia. Madre.
Products

Cersaie 2018 e il bagno destrutturato

Non è una tendenza nuova, ma si sta via via consolidando: l'arredo bagno diventa sempre più sartoriale. A decretarlo è anche quest'anno Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno.

A emergere come grande tendenza è proprio l'approccio tailor made delle novità proposte durante la fiera: dai sanitari fino agli accessori, passando per i lavabi e i top, tutto è personalizzabile a seconda dei propri desideri e può essere composto (e scomposto) in base alle preferenze e alle necessità di spazio.

Il bagno diventa così il luogo in cui far volare la fantasia: via libera dunque alle sperimentazioni cromatiche (anche per i sanitari), alle citazioni rétro, ai tocchi di ironia pop e alle fascinazioni ipercontemporanee e industriali. Il diktat è l'assenza totale di diktat.

E a offrire un comfort sempre maggiore sono i materiali, frutto delle più recenti tecnologie, che stupiscono con texture dal grande impatto visivo e tattile. Dulcis in fundo, le carte da parati: lavabili e resistenti all'acqua, sono animate da motivi floreali, pattern geometrici e grafie contemporanee.

Ecco alcune delle novità presentate durante Cersaie 2018.

Arblu. Tulip. Al salone bolognese, Arblu ha presentato Tulip, un sistema di arredo bagno dal carattere raffinato composto da vasca, lavabi, consolle e specchiere. Per dare un tocco personale in più, è possibile scegliere tra una varietà di accessori come porta asciugamani, porta rotolo e mensole. I materiali utilizzati sono il metallo verniciato e il Tecnoblu, molto resistenti, antigraffio e facili da pulire, mescolati al calore delle varie finiture legno Arblu.
Colavene. Tina. Tra le novità presentate da Colavene alla fiera bolognese c'è Tina, evoluzione del lavatoio Tino: la nuova versione mantiene la forma delle tinozze d'antan e la profondità di 30 cm ma si presenta senza strofinatoio, per adattarsi meglio all'ambiente bagno. Il lavabo può essere installato a muro o poggiato su mobili in frassino massello nella finitura naturale, laccato bianco o verde matt.
Cristina Rubinetterie. Serie Profilo. Ispirata alle forme geometriche, la nuova Serie Profilo Di Cristina Rubinetterie si caratterizza per una sezione triangolare che accomuna i miscelatori, oltre che per la bocca di erogazione dell’acqua, rettangolare e sottile, e la leva di azionamento comando, altrettanto affusolata, per una presa ergonomica.
Kerasan. Nolita. Prende il nome dal celebre quartiere newyorkese e proprio alle atmosfere della grande metropoli rende omaggio: la collezione Nolita di Kerasan comprende sanitari e lavabi dallo stile industrial e contemporaneo. Tra le proposte più d'impatto presentate da Kerasan a Cersaie c'è anche il lavabo Barrel (in foto), che riproduce in ceramica la forma dei barili di stoccaggio.
Scavolini. Diesel Open Workshop. La collaborazione tra Scavolini e Diesel continua con una linea di arredi per il bagno caratterizzata da uno stile industriale e contemporaneo. Tra i protagonisti della collezione, il sistema di scaffalature componibili in metallo Stock Rack e i lavabi Mineralmarmo bianco e in marmo in diverse finiture. Nella foto, al mobile bagno in Laccato Opaco Nero Ardesia con piano in marmo Nero Marquinia vengono appoggiati gli originali lavabi Sink Plug, mentre i due specchi Lunar Stock con bordo verniciato in finitura bronzo sono alloggiati su pannelli a specchio Stopsol effetto rame.
Villeroy & Boch. Antheus – Design by Christian Haas. Materiali tecnologici e proporzioni equilibrate ispirate all'Art Deco e alla Bauhaus caratterizzano la nuova collezione Antheus di Villeroy & Boch. I lavabi ricordano le ceramiche classiche degli anni '20 creando giochi di luce e ombra sulle superfici, mentre la vasca freestanding è realizzata in Quaryl®, pregiata combinazione di quarzo e acrilico che permette di ottenere una superficie liscia, non porosa e piacevolmente calda, non solo resistente e antiscivolo, ma anche molto facile da pulire.
Bisazza. Un bagno pop e minimalista: è quello firmato dalla designer francese India Mahdavi per Bisazza. Caratterizzato dalle linee morbide e arrotondate, è declinato in tre tonalità cromatiche: verde pistacchio, rosa fragola e blu mirtillo. “Ho trasformato il bagno in una bolla di colore e humour. Antidoto al bianco “clinico” dell’estetica minimalista, le tre varianti colore - mirtillo, fragola e pistacchio - sono un omaggio giocoso alla gourmandise", ha raccontato India Mahdavi.
Ceramica Flaminia. Madre. Guarda al passato ma si focalizza sul presente (e sul futuro) la collezione Madre di Ceramica Flaminia. Ispirata al lavoro degli architetti razionalisti italiani, tra cui Piero Bottoni, ne interpreta il senso e le proporzioni creando un concerto di linee e andamenti che la rendono attualissima. Per un bagno ipercontemporaneo che richiama l'eleganza del passato.
Wall&decò. A Cersaie, Wall&decò è tornato con il suo Wet System, il sistema brevettato dall'azienda per il rivestimento di pareti di docce e ambienti umidi, che nella collezione 2018 indaga nuove forme, texture e cromie, volte ad interpretazioni differenti dell’area bagno. Come Les Gitanes (nella foto), rivestimento animato da motivi geometrici che sembrano quasi tridimensionali.
London Art. Piscis, design by Elena Salmistraro. Londonart ha ideato una collezione di carta da parati dedicata alle superfici di doccia, bagno, retro lavandino e cucina. Si tratta di Fiber Glass, un rivestimento lavabile e resistente all’acqua battente, facilissimo da installare. Ad averne realizzato i pattern sono tredici designer, tra cui Cristina Celestino, Carlo Colombo, Ferruccio Laviani ed Elena Salmistraro (nella foto con Piscis), a cui London Art ha chiesto di inventare sfondi e scenografie che facciano viaggiare con il pensiero.
Products
L’architettura si tinge di rosso
News
Il nuovo store Aesop a Roma, firmato Luca Guadagnino
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto