Credits: Grovemade
Products

Charging dock: 4 soluzioni per la scrivania

Alessandro Mitola

Mantenere in ordine la scrivania non è cosa semplice. Lo spazio di lavoro si affolla spesso e volentieri di una moltitudine di penne, matite, fogli, appunti, ma soprattutto grovigli di cavi.

Le moderne charging dock sono una soluzione esteticamente gradevole e allo stesso funzionale per risolvere il problema. Consentono di avere sempre a portata di mano il proprio iPhone o iPad, alloggiato su una base integrata con un cavo per la ricarica.

In legno, alluminio o plastica, la scelta va fatto in relazione al design dell’ambiente circostante, in questo caso la scrivania.

Nel mare di proposte, ecco un round-up dei migliori charging dock in circolazione, dal design elegante e versatile.

Charging dock, 4 modelli progettati per iPhone e iPad

L’azienda di base a Hong Kong Native Union propone una charging dock per iPhone o iPad dal design minimalista. La base in silicone rinforzato accoglie una solida piastrina in lega di alluminio mutuata dall’industria aerea. Entrambe le componenti sono disponibili in diverse palette a contrasto, per accontentare le diverse esigenze.

Il team creativo di Grovemade, brand di base a Portland, punta sull’artigianalità e propone una charging dock che unisce legno e alluminio. Il design è pulito e prevede due varianti in noce o acero, entrambe contrassegnate da un solida base che consente di alloggiare anche i dispositivi con cover.

Wood’d, il giovane azienda capitanata da Andrea e Stefano Aschieri, propone una charging dock compatibile con iPhone e iPad, realizzata a mano in Italia a partire da un blocco di legno di ciliegio. La parte anteriore presenta una grafica contemporanea, che richiama l’estetica delle ormai classiche cover proposte dal brand.

Quell & Co. propone una charging dock artigianale made in USA, un connubio riuscito di più materiali: legno, metallo e lana Merino. Il design è firmato da Jeremy Saxton, ex designer per Nike e, grazie a un semplice meccanismo, consente di arrotolare il cavo per la ricarica rendendolo invisibile.

 

 

 

La nuova e moderna charging dock firmata Native Union - Credits: Native Union
La charging dock firmata Grovemade, realizzata in legno di noce o acero e alluminio - Credits: Grovemade
La charging dock di Wood'd, interamente realizzata a mano in legno di ciliegio - Credits: Wood'd
La charging dock di Quell & Company, combina legno e lana Merino - Credits: Quell & Company
Milano Design Week
Poltrona Frau Lloyd, il sistema di contenitori e librerie di Jean-Marie Massaud
Products
Studio Sovrappensiero presenta 4 elementi, tra locale e globale
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Un progetto di tesi realizzato dagli studenti di IED Roma che mette insieme design e sostenibilità
Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Nasce il primo museo indipendente d'arte contemporanea a Dubai. Un centro dedicato alla creatività che scorre nelle regioni del Golfo, alla ricerca delle trame che ne compongono l'identità
Sei architetti chef per una sera

Sei architetti chef per una sera

Succede a Venezia, in occasione di ArchichefNight 2018: martedì 20 novembre l’architettura si sposta ai fornelli
Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Una partnership green che guarda al futuro, per un uso efficiente delle risorse all’interno degli spazi espositivi, evitando sprechi energetici
70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi, omaggia l’universo dei prodotti targati Coop nel panorama delle proposte italiane