Divano Orla di Jasper Morrison per Cappellini, tavolino Eyre di Roberto Lazzeroni per Baxter, in marmo bianco; sopra, vaso Linea D’Ombra di Andrea Anastasio da Galleria Luisa Delle Piane; Net Chair di Roberto Mora per Dilmos. Appesa, Marble Owl Lamp Pink di Duccio Maria Gambi per Nero Design Gallery. A parete, rivestimento di Abet Laminati; pavimentazione tessile Winter, linea Prestige, di Besana Moquette
Poltrona Traffic di Konstantin Grcic per Magis; sopra la libreria Aero di Shibuleru per Living Divani, reticoli di Yoichiro Kamei da Esh Gallery (anche sul tavolo) e scultura di Aneta Regel da Galleria Salvatore Lanteri. Pouf So etto di No Sex per Atelier Biagetti e pouf in acciaio Raymond di Rodolfo Dordoni per Minotti; tavoli Split di Nendo per Marsotto Edizioni. Pannelli di Graepel Italiana; pavimento Mariotti Fulget; pannelli di Abet Laminati.
Tavolino Marble Concrete Blocks di Duccio Maria Gambi per Nero Design Gallery; poltrona Gemma di Daniel Libeskind per Moroso; vetroscultura Baracche di Camp Design Gallery. Foto a destra: tavolino Lovely di Camp Design Gallery (vaso da Dilmos); dietro, 085 Props di Gricic per Cassina; lampada Athena di Fukasawa per Artemide; pannelli di Polypiù. In entrambe le foto: rivestimenti Abet Laminati, pavimenti Mariotti Fulget
Tavolo A-Table di Maarten Van Severen per Vitra, con gambe in tubolare di acciaio e top in linoleum; tavolino Quadrum Marble di Fendi Casa, in marmo rosso Lepanto (sopra: vaso Marshmallow di Paolo Gonzato da Apalazzo Gallery); lampada Quasar #4 by Giorgia Zanellato da Galleria Luisa Delle Piane. Pannelli in lamiera forata di Graepel Italiana; pavimento Terrazzo Pepe di Mariotti Fulget; pavimentazione tessile di Besana Moquette.
Tavolino Colonna design Ettore Sottsass per Kartell; specchio Prism Partition di Tokujin Yoshioka per Glas Italia; tavolino bianco Gong di Meridiani, in legno laccato; poltrona 620 chair Programme rmata da Dieter Rams per Vitsoe; pouf Tabour disegnato da Nipa Doshi & Jonathan Levien per B&B Italia. Rivestimento a parete di Abet Laminati, pavimento Terrazzo Pepe di Mariotti Fulget, pannelli in lamiera di Graepel Italiana.
Lampada Tru Floor di Roberto Paoli per Nemo; poltrona Lennox di Gordon Guillaumier per Lema; tavolino Marble Concrete Blocks di Duccio Maria Gambi per Nero Design Gallery. Sul tavolo Pinac Series, di Oeu ce per Dimore Gallery di Danny Lane da Dilmos. Sopra, lampada 13° angolo di Alessandro Fantetti e Mario Nanni per Viabizzuno. Pannello in policarbonato di Polypiù e forato di Graepel Italiana; a terra, Besana Moquette.
Products

Nello spazio di un giorno

Foto di Jeremias Morandell

Servizio di Lucatelli & Favaloro

Coordinamento di Francesca Santambrogio
News
Scavolini lancia l’e-commerce
News
Damien Hirst a Venezia. La messa in scena dell’hybris
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Elettrodomestici di design: un po

Elettrodomestici di design: un po' di novità

Da scoprire nel servizio fotografico di Thomas Albdorf, con il set design di Cameranesi & Pompili e la moda di Fabiana Fierotti
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini