Products

10 cover di design per il nuovo iPhone 7

Alessandro Mitola

L'arrivo di ogni nuova versione è regolarmente accompagnato da un’infinità di cover per chi desidera tenere al riparo il proprio iPhone da urti e cadute.

Nonostante le dimensioni dei nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus targati Apple corrisponando quasi al millimetro con quelle del suo predecessore, l’iPhone 6, le vecchie cover non sono più compatibili. Questo per via di alcune differenze cosmetiche, vedi la nuova telecamera e il doppio speaker.

In plastica, legno, alluminio e pelle, ecco la nostra selezione di cover per i nuovi smartphone made in Cupertino. Funzionali, per un rapido accesso ai tasti, e dal design non invasivo, dato che il nuovo iPhone 7 è prodotto in cinque colorazioni.

L’ormai consolidato marchio italiano Wood’d propone un elegante case in legno dal design geometrico, con scocca in policarbonato per tenere al sicuro il dispositivo - Credits: Wood'd
CLIC Wooden di Native Union unisce legno e un particolare polimero antishock per tenere al riparo lo smartphone dagli urti. È una cover leggera, caratterizzata da un taglio geometrico e contemporaneo - Credits: Native Union
Mujjo propone una cover minimale realizzata in pelle conciata al vegetale che acquista pregio estetico con l’utilizzo. L'unico dettaglio grafico: il logo impresso sulla parte inferiore della custodia - Credits: Mujjo
La cover Pro Slider per iPhone 7 di Incase presenta un rinforzo laterale per proteggere dagli urti e un bordo rialzato di 1 millimetro per salvaguardare lo schermo e attutire il colpo in caso di caduta - Credits: Incase
Una custodia in pelle made in USA confezionata da Nomad presso una delle più antiche concerie americane: la Horween Leather Co. di Chicago - Credits: Nomad
Per appassionati di design, Uniqfind propone una cover ispirata all' universo anni Ottanta del collettivo Memphis - Credits: Uniqfind
Air Case degli inglesi di Spigen è una cover trasparente e ultrasottile (0.36mm di spessore), praticamente impercettibile. Un dettaglio non da poco: la particolare finitura evita che le impronte digitali rimangano impresse sul case - Credits: Spigen
Il marchio californiano Hex ha messo a punto una cover per proteggere l’iPhone con stile: avvolgendolo in policarbonato e pelle premium. - Credits: Hex
Realizzato con una miscela di polimero flessibile, microfibra e pelle vegetale, il nuovo Case - 1 Card di Bellroy è pensato per proteggere il dispositivo ed è equipaggiato con una tasca per carta di credito con accesso rapido. Inoltre, nasconde al suo interno un piccolo alloggio per una seconda scheda sim e per contenere i contanti - Credits: Bellroy
Dusty di Hardgraft è una cover caratterizzata da una superficie unica in pelle Nabuk con lavorazione artigianale. Due le versioni disponibili: nero e oliva. - Credits: Hardgraft
News
Dieci mostre d'arte da non perdere a dicembre
Places
Dentro il primo hotel di ghiaccio permanente
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi