Credits: Scavolini
Products

Le cucine più belle del 2016

Ad EuroCucina, il Salone Internazionale dei Mobili per Cucina, hanno visto la luce tante novità, per la gioia degli appassionati dell’universo cucina.

A caratterizzare l’edizione di quest’anno sono stati design e praticità. La cucina è intesa come spazio da vivere, luogo del convivio adatto a riunire la famiglia e gli amici, accogliere gli ospiti e far rivivere la familiarità.

Centrale la ricerca dei materiali: si passa dalle essenze più calde del legno ai materiali più innovativi, combinando geometrie pulite e dettagli raffinati. Il risultato è uno uno spazio sofisticato che decodifica l'esigenza sempre più affermata di mettere a dialogo cucina living.

Tra tradizione e innovazione, ecco una selezione dei modelli che ci hanno colpito di più quest'anno.

Tra tradizione e modernità, la nuova cucina SoHo di Doimo, il cui nome trae ispirazione dal celebre quartiere newyorkese. Una cucina luminosa, merito del la finitura laccata effetto metallo e Rovere Corteccia - Credits: Doimo
Lepic di Schiffini, una cucina altamente versatile firmata Jasper Morrison, dove ogni dettaglio è pensato per assolvere una specifica funzione - Credits: Schiffini
Forme essenziali e linee pulite, Start-Time J di Veneta Cucine è una cucina dotata di un sistema di apertura che, applicato orizzontalmente alle basi come dispositivo di presa per l’apertura e la chiusura dei vani, estende la sua grande praticità, in verticale, alle colonne - Credits: Veneta Cucine
Ki, la nuova cucina Scavolini firmata Nendo, maestro del rigore formale. Un progetto funzionale e di grande pregio estetico - Credits: Scavolini
L’ultima arrivata in casa LAGO. Una cucina caratterizzata da una sagoma circolare che trasforma l’isola in una tavola rotonda in grado di accogliere cuoco e commensali, favorendone l’interazione - Credits: LAGO
Way, design di Michele Marcon per Snaidero. Una cucina rigorosa e minimale nelle linee compositive per una maggiore praticità di utilizzo e organizzazione razionale dello spazio - Credits: Snaidero
K-Lab, design di Giuseppe Bavuso per Ernestomeda, è una cucina che prende ispirazione dai grandi banchi da lavoro degli ambienti industriali, tra volumi pieni e vuoti - Credits: Ernestomeda
Mood di Composit, una cucina moderna con isola firmata Studio Delta che interpreta le potenzialità espressive della contrapposizione dei materiali - Credits: Composit
b3 di Bulthaup si modella a seconda delle prospettive ed esigenze. È un sistema su diversi livelli e con diverse profondità, nel quale alcuni moduli possano essere traslati orizzontalmente - Credits: Bulthaup
Domina, storica icona del brand Aster, oggi reinterpretata dall'architetto Lorenzo Granocchia: una nuova declinazione del mood moderno dove la linea curva ritorna a sorprendere - Credits: Aster
Svelata nel 2014 ed entrata sul mercato quest’anno, Trail di Varenna è una cucina dagli spessori minimi disegnata da Carlo Colombo. Elemento distintivo è la maniglia integrata, che può essere posizionata al centro o alle estremità dell'anta - Credits: Varenna
Principia, design di Antonio Citterio per Arclinea, è progetto pensato per far diventare la cucina il punto focale della casa, spazio dentro l'architettura e protagonista dell'ambiente abitativo - Credits: Arclinea
VVD, design di Vincent Van Duysen per Dada, interpreta la cucina senza maniglia, lavorando sul contrasto tra gli spessori esili di fianchi e terminali e gli spessori forti dei piani di lavoro, che si integrano con lavelli in appoggio in pietra, interrompendo la linearità del piano - Credits: Dada
La nuova cucina per esterni di Modulnova, disegnata da Andrea Bassanello, si adatta bene ad ogni tipo di contesto: dal dehor al terrazzo, passando per il giardino - Credits: Modulnova
Genius Loci, un nuovo concetto di cucina interattiva firmato Valcucine, dotata del V-Motion Kit: un sistema di aperture e chiusure intelligenti da azionare con un semplice gesto del piede o della mano - Credits: Valcucine
Bijou di Aran Cucine, una cucina pensata per durare nel tempo, che ha come protagonisti vetro e gres porcellanato lavorato in lastre sottilissime resistenti a calore, graffi e urti - Credits: Aran Cucine
Una cucina nata dalla collaborazione tra Arrital Cucine e lo chef Andrea Berton, progettata per soddisfare esigenze funzionali ed estetiche di chi vive a pieno la cucina - Credits: Arrital
Premiata con il German Design Award 2016, SieMatic 29 è una cucina super attrezzata, caratterizzata da una forme e linee eleganti - Credits: Siematic
Clover di Lube è una cucina moderna, segnata da forme sinuose che raccontano il mondo della natura espresso attraverso le essenze materiche, i legni e i colori - Credits: Lube
Code di Boffi, design di Piero Lissoni, è una cucina elegante, interamente customizzabile nei materiali e nelle finiture - Credits: Boffi
Products
Stufe a legna: 10 modelli di design per l'inverno
Places
Un rifugio alpino in equilibrio sul Monte Canin
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi