Credits: Daniele Della Porta per Rubinacci Napoli: a sinistra "Casson"; a destra "Gessato", dettaglio. Photo Thomas Pagani
Credits: Daniele Della Porta per Rubinacci Napoli: "Gessato". Photo Thomas Pagani
Credits: Daniele Della Porta per Rubinacci Napoli: "Gessato" e "Torri". Photo Thomas Pagani
Credits: Daniele Della Porta per Rubinacci Napoli: "Gessato" e "Torri". Photo Thomas Pagani
Credits: Un ritratto di Daniele Della Porta. Photo Gaetano Del Mauro
Products

L’alta ebanisteria secondo Daniele Della Porta

Architetto, designer e direttore artistico con numerosi riconoscimenti all'attivo, Daniele Della Porta (Salerno, 1976) firma per il brand partenopeo Rubinacci Napoli una nuova e sofistica collezione di alta ebanisteria. Concepita all'interno della fabbrica, a partire da una serie di stimoli dettati dal luogo, è identificata da tre parole chiave, associate dallo stesso progettista ad altrettanti prodotti. 

«L’idea di Torri è venuta davanti a un macchinario per la lavorazione degli infissi», racconta Della Porta, ricostruendo la genesi di questa famiglia di contenitori componibili legata al vocabolo #linearità. «Perché non utilizzarlo per profilare le scanalature delle ante e dei fianchi? Sono nati così arredi slanciati, ispirati alla verticalità dell’architettura delle torri, che creano giochi di chiaroscuro in tutta la loro altezza». Per Casson, la linea di contenitori colorati progettati per riuscire nel contempo a organizzare, esporre e contenere, l'architetto ricorre invece al concetto di #versatilità, sottolineando come la volontà alla base di questo processo «sia stata quella di creare un contenitore che fosse bello anche vuoto, ma che facesse da cornice agli oggetti, anche preziosi, all’interno, esaltandoli, grazie anche al colore che può essere scelto per la personalizzazione».

Ancora più immediata la scelta di adottare l'idea di #sartorialità per il tavolo Gessato, nel quale listelli di legno massello vengono assemblati costituendo un unico top rettangolare carico di variazioni, sfumature ed effetti chiaroscurali. Nelle parole del progettista, questo prodotto «racconta il connubio di ispirazione tra il rimando al mondo della sartoria napoletana e la falegnameria storica dell’azienda, esperta in massello su profilo. Gessato vuole essere un pezzo molto elegante, l'anello di congiunzione fra moda e design».