Il tavolo Marlon e la sedia Stella disegnati da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Products

De La Espada, la nuova collezione firmata Luca Nichetto

Alessandro Mitola

Il designer veneto Luca Nichetto torna a collaborare con l’azienda portoghese De La Espada, realizzando una famiglia di complementi d’arredo che verrà presentata in occasione del Festival of Design, in scena a Shanghai fino al prossimo 19 marzo.

Luca Nichetto per De La Espada, una linea di complementi ispirata agli anni Cinquanta

La collezione si compone di cinque complementi d’arredo, frutto di una rivisitazione in chiave moderna del design americano Cinquanta e prende forma grazie all’impiego di materiali di alta gamma.

La sedia Stella nasce dalla volontà del designer di coniugare la fibra di vetro, largamente utilizzata negli anni Cinquanta, con materiali contemporanei. Il risultato è una poltroncina versatile dalle forme classiche, equipaggiata con braccioli generosi e gambe in legno su cui poggia un guscio in fibra di vetro visibile che racchiude sedile e schienale imbottiti.

Il tavolo Marlon si distingue per l'elegante gioco di contrasti: le gambe in marmo sono segnate da una silhouette minuta che sostiene un piano in legno o marmo e dà vita a una struttura robusta ma slanciata.

Kim è una famiglia di tre tavolini da caffè impilabili pensati per dare origine a composizioni oppure per essere utilizzati singolarmente. Ognuno con il suo carattere individuale, semplice ed elegante, ma con il minimo comune denominatore dei materiali.

La seduta Elysia, primo prodotto progettato da Nichetto per De La Espada, si arricchisce di un poggiapiedi che condivide i principi stilistici della sedia. Nino è un pouf con scheletro in legno massello a vista accompagnato da un’elegante imbottitura.

Infine, il set di pouf Steve in tre dimensioni, segnato da quattro gambe corte in ghisa che sostengono le strutture - in legno a vista - coronate da tappezzeria. Ideale come un pezzo autonomo o da integrare con le sedute Blanche, Stanley e Elysia.

Marlon, il tavolo disegnato da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Marlon, il tavolo disegnato da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Il tavolo Marlon nella versione circolare - Credits: Luca Nichetto
Stella, la seduta disegnata da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Kim, la famiglia di tavolini da caffé disegnata da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Credits: Luca Nichetto
Kim, la famiglia di tavolini da caffé disegnata da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Il nuovo poggiapiedi Nino, pensato per la poltroncina Elysia, entrambi firmati Luca Nichetto - Credits: Luca Nichetto
Steve, il set di pouf disegnato da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Steve, il pouf disegnato da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
Steve, il pouf disegnato da Luca Nichetto per De La Espada - Credits: Luca Nichetto
News
Graphic Means, il graphic design prima dei computer
Products
Caruso, la cassa Bluetooth ispirata al grammofono
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto