Credits: La consolle M1 Console by Wren HiFi
Credits: Il giradischi M1 Console by Wren HiFi
Credits: Il nuovo giradischi Original by Philips
Credits: Il nuovo giradischi Original by Philips
Credits: Modern Record Console by Symbol
Credits: Modern Record Console by Symbol
Products

Tre giradischi: alta fedeltà ma dal look retrò

Laura Barsottini

Maneggiare un vinile equivale a un tuffo indietro nel tempo. L’irresistibile fascino visivo, tattile e acustico di un disco in vinile è una calamita per semplici ascoltatori, collezionisti a caccia di rarità e in generale per gli amanti della buona musica. Gelosamente custoditi con cura negli scaffali del salotto, i vinili portano sé un'eco di ricordi ed emozioni che si dischiudono non appena la puntina ne accarezza i solchi.

Tra valvole, puntine e vinili, le aziende di settore continuano a sfornare supporti per l’ascolto riportando in auge un vero e proprio oggetto di culto.

Philips si è ispirata al leggendario modello AG4131 del 1965 per dar vita a Original, un giradischi che reinterpreta in chiave moderna l’estetica a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, aggiungendo qualche dettaglio tecnologico in più. Altoparlanti efficienti, giradischi bilanciato, streaming in modalità wireless via Bluetooth e funzione di copia da dispositivi USB per registrare file MP3. Insomma, un grande classico rivisitato a dovere.

Realizzata a mano a San Diego, M1 è una consolle prodotta dell’azienda californiana Wren HiFi che rispecchia esattamente le caratteristiche dei supporti anni Settanta, con prestazioni d’ascolto di qualità. Si tratta di un complemento curato nei dettagli, che unisce design e tecnologia, adattandosi ai molteplici ambienti domestici.

Modern Record Console, prodotta da Symbol, porta con sé il sapore delle consolle all-in-one anni Cinquanta. La struttura è composta da uno scheletro in acciaio e impreziosita da una soldia base in legno di noce americano. Altissima qualità nel design e nell’audio contraddistinguono la Modern Record Console, rendendola un gioiellino da appartamento.

Storytelling
7 designer italiani a New York
Storytelling
Tra ironia e design: le icone Pop
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento