Credits: Republic of Fritz Hansen
Credits: Republic of Fritz Hansen
Credits: Republic of Fritz Hansen
Credits: Republic of Fritz Hansen
Products

Il tavolo Grand Prix di Arne Jacobsen è di nuovo in produzione

Il progetto dell’iconica sedia Grand Prix in multistrato piegato con cui Arne Jacobsen vinse il prestigioso premio alla Triennale di Milano nel 1957 fu corredato da un tavolo in abbinato, che sfortunatamente restò sul mercato per un breve periodo a causa delle difficoltà di produzione. 

Oggi, in occasione del 60esimo compleanno dell’iconica seduta,  Republic of Fritz Hansen torna a produrre il tavolo Grand Prix, mantenendone inalterato il design semplice e funzionale che lo caratterizza. Il team di progettisti del marchio danese ha implementato la tecnica di produzione e sostituito le gambe in faggio che non garantivano sufficiente stabilità al tavolo.

L’inedita edizione è caratterizzata da gambe in legno di quercia leggermente più ampie e un binario in acciaio sotto il piano laccato naturale, ed è disponibile in tre dimensioni. Come si dice in questi casi: è il ritorno di un grande classico del design.

News
Open House London 2017, tra mostre e visite guidate
Places
Lego House vista dai droni
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

Dopo l’Italia è la volta della Cina. Ecco i nomi dei Rising Talent dell’edizione invernale della rassegna parigina
Caragh Thuring e l

Caragh Thuring e l'arte del tartan

La Thomas Dane Gallery di Napoli festeggia il suo primo anniversario con una personale dell'artista belga Caragh Thuring, che ha orchestrato una riflessione sui significati del tartan tra Napoli e la Scozia. L'abbiamo intervistata
Thierry Lemaire: "Nessuno mi chiede di essere minimal"

Thierry Lemaire: "Nessuno mi chiede di essere minimal"

A Parigi, a casa del designer e interior decorator che arreda gli interni dell’alta società internazionale. Disegnando anche pezzi speciali e collezioni ad hoc
Un soggiorno sabbatico per rivitalizzare Grottole, a due passi da Matera

Un soggiorno sabbatico per rivitalizzare Grottole, a due passi da Matera

Un'idea di Airbnb per promuovere il borgo lucano dimenticato, in occasione di Matera Capitale della Cultura 2019
La nuova boutique Aesop a Bath, in Inghilterra


La nuova boutique Aesop a Bath, in Inghilterra


A firmarlo è lo studio creativo londinese JamesPlumb e, tra le altre cose, al piano superiore include una biblioteca