BeoLab 50 - Credits: Bang & Olufsen
BeoLab 50 - Credits: Bang & Olufsen
BeoLab 50 - Credits: Bang & Olufsen
BeoLab 50 - Credits: Bang & Olufsen
BeoLab 50 - Credits: Bang & Olufsen
BeoLab 50 - Credits: Bang & Olufsen
BeoVision Eclipse - Credits: Bang & Olufsen
BeoVision Eclipse - Credits: Bang & Olufsen
BeoVision Eclipse - Credits: Bang & Olufsen
BeoVision Eclipse - Credits: Bang & Olufsen
BeoVision Eclipse - Credits: Bang & Olufsen
BeoVision Eclipse - Credits: Bang & Olufsen
Products

IFA 2017: Bang & Olufsen collabora con LG Electronics

Dall’1 al 6 settembre si svolge ogni anno IFA, la fiera berlinese dedicata alle novità legate all’universo della tecnologia. Una tra queste è frutto del sodalizio tra Bang & Olufsen e LG Electronics: le due aziende hanno unito le forze realizzando un televisore con tecnologia OLED curato nei minimi dettagli, con dovizia di particolari. Parallelamente, il marchio danese svela il nuovo speaker senza fili BeoLab50. 

Disegnato da André Poulheim, BeoLab 50 è caretterizzato da una silhouette slanciata e da linee morbide dai bordi visibili. La superficie in alluminio lucido e le lamelle in caldo legno di rovere sono tippiche di Bang & Olufsen. La parte inferiore è stata concepita per sollevare visivamente il diffusore dal pavimento e conferisce un senso di stabilità al centro. «BeoLab 50 è un perfetto equilibrio tra leggerezza ed eleganza. Grazie al suo ingombro straordinariamente ridotto può essere inserito facilmente in ogni tipo di abitazione», spiega il designer.

Erede di BeoLab 90, il nuovo diffusore dell’azienda danese è dotato di un’interessante caratteristica che consente di riprodurre al meglio le tracce audio. Active Room Compensation funziona così: un microfono esterno misura l’ambiente acustico circostante applicando i filtri di compensazione per garantire prestazioni acustiche ottimali. Non solo, Acoustic Lens Technology di BeoLab 50 riduce la dispersione acustica nelle frequenze più alte.  Quando lo speaker è acceso la lente si apre salendo con un movimento elegante e controllato per mostrare una cavità illuminata che rende visibile la lente sia di giorno che di notte.

Frutto della partnership con LG Electronics è il nuovo televisore OLED BeoVision Eclipse che integra un SoundCenter a 3 canali, coniugando materiali come vetro, tessuto e alluminio. Il design è lineare, elegante ed è caratterizzato da uno stand da pavimento motorizzato che consente di ruotare il televisore, in modo silenzioso e in base alla propria posizione, come se fluttuasse sul pavimento. Accanto alla versione stand è presente anche un’alternativa con staffa da parete, motorizzata o manuale. In dotazione è presente la tecnologia di elaborazione video a 4K combinata con la più recente piattaforma webOS 3.5 di LG Electronics, che consente la massima personalizzazione dei contenuti, dai servizi di streaming musicale come Spotify, ai fornitori di contenuti come Netflix, Amazon e YouTube.

Storytelling
Studio Swine, coppia nella vita e sul lavoro
News
Cabin, l’hotel in movimento per viaggiare senza stress
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Elettrodomestici di design: un po

Elettrodomestici di design: un po' di novità

Da scoprire nel servizio fotografico di Thomas Albdorf, con il set design di Cameranesi & Pompili e la moda di Fabiana Fierotti
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini