Spyre è la nuova lampada da tavolo realizzata da Ron Arad per Ingo Maurer, in edizione limitata di 50 esemplari - Credits: Ingo Maurer
Ogni segmento è ruotabile di quasi 360° - Credits: Ingo Maurer
Spyre non ha mai lo stesso aspetto: i cinque segmenti che la compongono sono orientabili e ruotabili singolarmente - Credits: Ingo Maurer
Spyre è dotata di una lampada a LED calda e un sensore on/off - Credits: Ingo Maurer
Products

Spyre, la nuova lampada firmata Ron Arad per Ingo Maurer

Spyre è la nuova lampada da tavolo nata da un’idea di Ron Arad e realizzata in edizione limitata da Ingo Maurer in soli 50 esemplari numerati.

Si tratta di un progetto nato durante la creazione di un scultura di grandi dimensioni che il designer israeliano ha realizzato per la mostra estiva nel cortile della Royal Academy of Arts di Londra.

È un oggetto luminoso dal design scultoreo, dotato di una lampada a led calda e un sensore on/off, e caratterizzato da cinque segmenti ruotabili singolarmente che consentono di all’oggetto di assumere molteplici forme e di orientare la sorgente luminosa in ogni direzione, quasi di 360° gradi.

Spiega Ingo Maurer a proposito della collaborazione: «Mi sento molto onorato che il mio caro amico Ron Arad mi abbia chiesto di tradurre il suo design iconico, Spyre, in un oggetto funzionale. In effetti, è stata una grande sfida trovare le soluzioni tecniche adeguate, ma l'ispirazione per questa singolare idea ci ha spronati. Applicando il concetto di Ron, per i cinque gomiti abbiamo previsto connessioni magnetiche che mantengono il movimento e la versatilità della forma».

News
Riviera Bookshop: a Milano un nuovo contenitore di storie
Places
Il whisky italiano della distilleria PUNI
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento