JCP, Surande. Design di Alessandro Zambelli - Credits: JCP - Visual storytelling con design set di Katia Meneghini e foto di Silvio Macchi
JCP, Galaver. Design di Emanuele Magini - Credits: JCP - Visual storytelling con design set di Katia Meneghini e foto di Silvio Macchi
JCP, Agaxa. Design di CTRLZAK Art and Design Studio - Credits: JCP - - Visual storytelling con design set di Katia Meneghini e foto di Silvio Macchi
JCP, Fylgrade. Design di CTRLZAK Art and Design Studio - Credits: JCP - Visual storytelling con design set di Katia Meneghini e foto di Silvio Macchi
A sinistra, un dettaglio di Agaxa. A destra, un dettaglio di Fylgrade - Credits: JCP, Ph. Silvio Macchi
JCP, Surande - Credits: JCP - Visual interpretation di SUSAMI Studio. Haiku di Alistair Gentry
Products

JCP: quando l’arte incontra il design

Nel panorama italiano del design fa capolino un nuovo brand. Si chiama JCP e nasce da un’idea dell’Architetto Livio Ballabio.

Presentato a marzo in anteprima con la performance Secret Gates presso il Teatro dell’Arte della Triennale e svelato con l’installazione Ten Secret Treasures in occasione del Fuorisalone 2016 nell’ambito di Brera Design District, JCP coniuga diversi approcci progettuali.

«La collezione rappresenta un paradigma, una tappa del percorso appena iniziato. Quello che conta davvero è il tracciato di una nuova rotta», spiega Livio Ballabio.

A tenere le redini del progetto, Katia Meneghini e Thanos Zakopoulos di CTRLZAK Art and Design Studio, a cui è affidata la direzione artistica di JCP.

Il duo, meglio noto per il suo approccio progettuale ricco di contaminazioni, porta ad interagire diverse discipline e culture coinvolgendo autori come Alistair Gentry, artista-scrittore inglese le cui storie e haiku accompagnano ogni creazione, lo studio greco SUSAMI, che ha firmato l’immagine coordinata del brand e interpretato JCP attraverso singolari suggestioni grafiche.

E poi i designer italiani Alessandro Zambelli ed Emanuele Magini, che assieme a CTRLZAK firmano una collezione d’esordio composta da dieci creazioni dall'approccio multidisciplinare. Dove l’arte arte incontra il design.

News
Shaddai, lo yacht super lusso progettato da un giovane designer italiano
News
Il Padiglione Italia alla Biennale di Architettura 2016
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento