Products

Heng: l’arte di accendere la luce

Per accendere la luce ci sono i pulsanti tradizionali oppure i moderni interruttori elettronici a sfioro. E poi c’è l’innovativo sistema messo a punto Zanwen Li che ribalta le regole sovvertendo il modo tradizionale di accendere una lampada.

Il giovane designer cinese ha progettato una serie di lampade da tavolo che regolano l’accensione grazie alla presenza di magneti inseriti all’interno di due sfere di legno. Basta avvicinare la sfera superiore a quella inferiore e il gioco è fatto: il circuito si chiude e la luce si accende, dando vita a un equilibrio magnetico che affascina e ipnotizza.

Le lampade Heng sono realizzate in tre diverse forme - circolare, ovale e quadrata - e caratterizzate da un telaio dai profili in legno di faggio con bordi stondati, dove all’interno sono alloggiate una serie di strisce LED che assolvono la funzione di illuminare.

Il progetto è stato lanciato attraverso una campagna di crowdfunding su Kickstarter dove ha raggiunto e superato il goal prefissato. Merito del suo spirito giocoso che rompe la monotonia.

Places
Un cubo salvaspazio per micro-appartamenti
Places
Kyoto, sei indirizzi tra design e architettura
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento