Da sinistra, lampade da tavolo Reverb di Zava Luce; IC Lights T1 design Michael Anastassiades e Taccia Small, entrambe di Flos; da terra Movie di Davide Groppi
Sinistra — Lampade a sospensione Arumi in lega di alluminio con luce Led Destra — Tenda con tessuto satin Tuxedo di Dedar. Poltroncina rivestita in design Lucidi Pevere per Foscarini. Consolle Crasi in foglia argento di Roberto Mora per Dilmos Edizioni. foglia oro di Dilmos Edizioni. Lampade: a sospensione Girasoli di Il Fanale, da tavolo Tempio di Atelier Oï per Artemide
Da sinistra, sgabello in legno massello Stabi di Shannon Sadler per Albaplus; libreria Fill design Studio Ausenda Greco per Desalto. Sedia Harmony di Rodrigo Torres per Poliform; lampada da terra Charlotte in Cristalflex Lentiflex e base in acciaio, design Doriana e Massimiliano Fuksas per Slamp
Sinistra — Lampada da tavolo in vetro soffiato trasparente The Globe Destra — Sul tavolo Tour, lampada/ portafiori Giova in vetro di Joe Colombo per Oluce. Da terra: Flex con bracci direzionabili, design Claudio Bitetti per Antonangeli. trasparente, tutto disegnato da Gae Aulenti per FontanaArte. A destra, lampada da tavolo in vetro bianco Bissona di Vistosi
Da sinistra, poltrona Moon con struttura in metallo e rivestitimento in pelle, di Doimo Salotti; tenda realizzata con tessuto satin ignifugo Tuxedo di Dedar. Scala telescopica in legno massello di faggio, ApriChiudi di Cinius; lampada da tavolo Elisabeth in metallo nickel lucido di Carlo Colombo per Penta
Lampade da terra in metallo JJ T P con diffusore in alluminio laccato verde lattementa e interno bianco, di Leucos. Paravento Separè in legno e carta di riso di Cinius. In tutto il servizio: Cavo, installazione site specific a cura di Frequente, realizzata da Attila Faravelli, Nicola Ratti, Nicola Martini e Vittorio Cavallini - Standards, Milano
Products

Scolpire la luce

Foto di Annabel Elston

Set design di Cameranesi & Pompili

Coordinamento di Francesca Santambrogio

Storytelling
Lanserring: quando la cucina è sartoriale
Products
Nike Air Max 270, un tuffo negli anni Novanta
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”