Lampada da tavolo Cheshire di GamFratesi con la calotta in policarbonato opalino per favorire l’emissione di usa; porta la firma di Gio Ponti la lampada a sospensione 0024 disegnata nel 1933, caratterizzata da un sequenza di dischi orizzontali in vetro. A destra, Lunaire di Ferréol Babin, crea un effetto luminoso che ricorda il fenomeno delle eclissi. Tutte le lampade sono di FontanaArte. In tutto il servizio pavimento di Marmi Scala
Lampada a sospensione Bon Ton design Cristina Celestino per Torremato, ispirata agli orecchini femminili, può avere diverse forme e materiali; lampada da muro Counter Balance di Daniel Rybakken per Luceplan: sfida le leggi della fisica e si può orientare a piacere; lampada a sospensione Hugo White di Slamp, in tecnopolimero stampato che corre da un lato all'altro dello spazio
A sinistra, Pistillo di Martinelli a sospensione con tubi fluorescenti; lampada da tavolo con paralume in vetro Lollipop di Corrado Dotti per Tooy; Binic di Ionna Vautrin per Foscarini. A destra, appoggiata alla parete, neon di Antonangeli; al centro, lampada a sospensione Golden Ring di Panzeri; lampada da tavolo bianca Zanuso 175 di Marco Zanuso per Oluce; lampada da tavolo nera Juliette di Carlo Colombo per Penta
Da sinistra, la riedizione, aggiornata in versione led TW a luce bianca variabile, della celebre Pausiana disegnata nel 1983 da Ettore Sottsass; a parete Edge firmata da Alessandro Mendini, un cubo tridimensionale in materiale termoplastico; la lampada da tavolo è Sisifo di Scott Wilson con lo stelo orientabile in ottone cromato e il diffusore in PMMA. Tutto è prodotto da Artemide.
Da sinistra, String Light Sphere head di Michael Anastassiades: lampada a sospensione con cavo coassiale rinforzato in kevlar da 12 metri; lampada da tavolo Snoopy disegnata da Achille e Pier Giacomo Castiglioni nel 1967, a luce diretta e intensità luminosa variabile; Superloon di Jasper Morrison: un anello formato da led emette luce per tutto il perimetro del disco in materiale bianco traslucido. Tutto è prodotto da Flos
In primo piano, Aella T disegnata nel 1968 da Toso & Massari con di diffusore in vetro soffiato cristallo; dietro, lampada da appoggio Sphera di Matteo Thun in vetro soffiato satinato bianco. entrambe sono di Leucos.
Products

L’età dei lumi

Foto di Gerhardt Kellermann

Servizio di Elena Mora

Coordinamento di Francesca Santambrogio

Places
Solar Egg, in Svezia la sauna tutta specchi
News
The Breakfast Pavilion
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto
LightHenge illumina Milano Fall Design Week

LightHenge illumina Milano Fall Design Week

Per tutta la durata del mese di ottobre, l’installazione di suoni e luci firmata da Stefano Boeri per Edison illumina piazza XXV Aprile
Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie

Si intitola "Metropoli Novissima" e sarà visibile fino al prossimo 15 novembre presso il complesso Monumentale di San Domenico Maggiore di Napoli
Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Riflessioni sul presente: Brera Design Days

Una settimana di incontri, talk, workshop e mostre sul rapporto tra design, politiche urbane, grafica e industria 4.0. Cosa vedere e perché