La serie Lampe Bocaux dello studio francese Boboboom
La Surface Mount, lampada in vetro soffiato di Bocci
La serie Lampe Bouteille dello studio francese Boboboom
Lightline, la lampada da tavolo di Lucie Koldova dello studio di design Brokis
Lightline, la lampada da tavolo di Lucie Koldova dello studio di design Brokis
Lightline, la lampada da tavolo di Lucie Koldova dello studio di design Brokis
La lampada da parete IO disegnata dagli svedesi Claesson Koivisto Rune per Fontana Arte
La lampada Bloom disegnata da Ferruccio Laviani per Kartell
La lampada Bloom disegnata da Ferruccio Laviani per Kartell
Pulce, lampada da tavolo di Martinelli Luce
Pulce, lampada da tavolo di Martinelli Luce
La lampada Sophie di Missoni Home
Products

Sette lampade colorate per arredare con la luce

Laura Barsottini

Semplici, raffinate, insolite, ricercate, minimali o elaborate, le lampade sono un elemento d’arredo ormai imprescindibile. Basta la luce giusta, infatti, per dare un tocco più glamour a un ambiente. I nuovi trend raccontano di collezioni sempre più sofisticate grazie a una costante ricerca sui materiali e a soluzioni tecnologiche sempre più innovative. Unica Parola d’ordine: colore.

Ha la forma di un piccolo disco curvato la lampada da parete IO disegnata dagli svedesi Claesson Koivisto Rune per Fontana Arte. Piccola e maneggevole, grazie a una montatura dal doppio asse di rotazione, la lampada ruota sia longitudinalmente sia trasversalmente consentendo così una gestione totale della luce. In rosso, bianco, blu e grigio antracite.

Lightline, la lampada da tavolo di Lucie Koldova dello studio di design Brokis, si ispira ai riflessi dell’acqua in un bicchiere. La purezza della linea la rende perfetta per ogni situazione domestica, dal comodino alla tavola, mentre il top satinato dona maggiore intensità alle gradazioni di colore. Nelle tonalità dell’arancio, del grigio antracite e del rosa antico.

È delicata come una composizione floreale la lampada Bloom disegnata da Ferruccio Laviani per Kartell. La struttura è ellittica, ricoperta di fiori che ricordano lo scintillio del cristallo, ed è concepita per diffondere il fascio luminoso sulle superfici riflettenti dei petali così da creare giochi dai mille riflessi. Ha tre diverse misure: a sospensione, applique o a soffitto e quattro varianti di colore: bianco, cristallo, lavanda e menta.

Super chic, la lampada Sophie di Missoni Home ha struttura in tubo di acciaio leggerissima, mentre il paralume, rivestito in tessuto macramè e sfoderabile, richiama le linee ed i colori della Maison. Disponibile anche nelle varianti tinta unita in viola e grigio.

Di dimensioni ridotte, Pulce è la lampada da tavolo di Martinelli Luce da inseririre in ogni ambiente domestico. La fonte luminosa è flou, la base è un cilindro in alluminio verniciato blu o giallo senape, sormontato dal diffusore a forma di globo in vetro bianco opalino con pennellata nello stesso colore della base.

Ricordano le bolle di sapone le Surface Mount, le lampade in vetro soffiato di Bocci, studio di design con sede a Berlino e Vancouver. Leggere e seducenti, possono essere installate singolarmente in camera da letto come lampade da lettura oppure montate in serie per creare insoliti effetti cromatici grazie alla vasta gamma di colori in catalogo.

Infine, la serie Lampe Bouteille dello studio francese Boboboom sono composte da tre semplici elementi: bottiglie di vetro recuperate, fili dell’alimentazione colorati e diffusore in alluminio. Eppure il risultato finale è di grande impatto. Grazie al colore, i fili dell’alimentazione diventano protagonisti assoluti, trait d’union fisico e visivo tra i due materiali. In tantissime varianti di forma e colore.

Products
Le più belle poltrone outdoor di settembre
Products
5 tavoli per l’arredo d’interni
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale