Colos - La nuova Stecca Lounge, disegnata da Alban Le Henry
Products

Maison&Objet 2019: le novità

A gennaio è la fiera più attesa: Maison&Objet è il regno della casa a 360°. Qui il design si sposa con elementi decorativi, idee regalo, oggettistica e tanto altro, componendo un quadro delle tendenze che animeranno le case del futuro. E con i suoi 3.000 marchi partecipanti e 90.000 visitatori, non stupisce che sia uno degli appuntamenti più amati del settore.

Tra gli highlights andati in scena dal 18 al 22 gennaio, la sezione dedicata al tema dell'edizione Excuse my French!, che ha cercato di rintracciare quel certo "je ne sais quoi" che caratterizza la creatività francese, ma anche il focus su Sebastian Herkner, nominato Designer of the Year. Protagonista dei Rising Talents è stata invece la Cina, con sei designer emergenti a rappresentare la creatività cinese. E poi: progetti, idee, oggetti e design da tutto il mondo. Il tutto a comporre un evento che racconta in modo approfondito le tendenze dell'abitare contemporaneo, delineandone le traiettorie future.

Ecco alcune novità dell'edizione appena trascorsa. Un microcosmo di ispirazioni per capire che forme avrà la (nostra) casa del futuro.

Bitossi Home. A Maison&Objet, il brand toscano di tableware ha portato le nuove collezioni Bel Paese e Lettering. Disegnata da Sam Baron, Bel Paese richiama la quotidianità della tavola riproponendo su piatti e accessori i motivi delle veline che in passato avvolgevano la frutta. È composta invece da 26 piattini circolari o rettangolari (uno per ogni lettera dell’alfabeto) la collezione Lettering, un modo originale per personalizzare la tavola in base agli ospiti. Inoltre, la fiera è stata l'occasione per presentare l'ampliamento della collezione Diseguale Romantic firmata da Ilaria Innocenti.
Gervasoni. Più che una seduta, è da considerarsi una vera e propria scultura: tra i prodotti portati da Gervasoni alla fiera parigina c'è Carve, una poltrona in mogano intagliata a mano con finitura color ebano. Preziosa quanto un'opera d'arte.
cc-tapis. Tra le novità portate alla fiera da cc-tapis c'è il tappeto Envolée, firmato da Cristina Celestino. Ispirato alle ali delle farfalle, Envolée è caratterizzato da un motivo decorativo in cui si alternano composizioni cromatiche declinate su densità materiche differenti, dalla lane al lino. Un ritmo che si traduce in una texture vibrante e piena, che gioca sulle differenze tessili e sulle diverse altezze dei materiali impiegati.
Ilaria I. Una collezione di piatti leggera e gioiosa quanto la primavera. Proprio alle sensazioni che suscita il risveglio della natura è ispirata la collezione Le Printemps di Ilaria I: una linea di piatti dal tono ironico e giocoso, che vuole riflettere su quanto il meteo influisca sul nostro umore quotidiano.
Ligne Roset. Tra le novità presentate alla fiera parigina da Ligne Roset spicca Azabu, disegnato da Marie Christine Dorner. Un arredo dal design minimalista che svolge una triplice funzione: quella di tavolino, di contenitore e di lampada, grazie alla cupola removibile in vetro di Murano. Il tre in uno in versione minimal-chic.
Martinelli Luce. L'azienda ha proposto la celebre lampada Pipistrello Led, disegnata da Gae Aulenti nel 1965, in una nuova variante cromatica. Disponibile in versione da tavolo o da terra, è regolabile in altezza e diffonde una luce soffusa e piacevolissima.
Pedrali. Nello stand curato dallo studio milanese Calvi Brambilla, Pedrali ha ricreato le atmosfere del teatro, presentando i suoi ultimi prodotti. Tra loro attira l'attenzione Boxie, il sistema contenitore su ruote disegnato da Claudio Dondoli e Marco Pocci. Pensato per assumere conformazioni diverse in base alla combinazione dei suoi elementi, si contraddistingue per la leggerezza e la versatilità.
Write Sketch &. A Maison&Objet, il brand di stationery di alta qualità ha presentato la Collezione 2019, caratterizzata da colori accesi e vibranti, percorsi da motivi grafici ispirati alle estetiche degli anni Novanta. La linea si compone di 4 notebook A5 con doppia copertina, 4 matite, 5 tote bag plissettate e 5 righelli in acrilico.
Zaha Hadid Design. Forme fluide e sinuose, tipiche dell'architettura di Zaha Hadid, percorrono la nuova collezione di oggetti, tazzine e accessori che il noto studio di design ha presentato durante la fiera parigina.
SCAB Design. In occasione di Maison&Objet, SCAB Design ha presentato Lisa Waterproof, la nuova versione di della celebre Lisa. Progettata da Marcello Ziliani, è caratterizzata da inediti rivestimenti per esterni, che la rendono una seduta adatta all'outdoor.
Fendi Casa. L'azienda ha partecipato alla kermesse parigina con una collezione dai toni romantici in cui spicca la Loveseat Brigitte, una preziosa poltroncina che riprende le estetiche dei primi del '900 per reinterpretarle in chiave contemporanea, con un tocco di nostalgia per i pattern anni Sessanta-Settanta.
Golran. Durante il salone parigino, Golran ha presentato le ultime novità tra cui la collezione Garden of Eden, creata da India Mahdavi e lanciata in occasione del Salone del Mobile 2018. Una linea di tappeti percorsa da motivi geometrici e accostamenti cromatici inediti, binomio che contraddistingue il lavoro della designer.
Nendo. Il macinapepe che non macina. Concepito come progetto legato al sale e al pepe firmato da Valerie Objects, Pepper-pestle riprende la tradizione antica del pestello. A comporlo è un contenitore rotondo di vetro riempito di pepe che si trova su una base realizzata con lo stesso materiale. Quando vengono utilizzati, i grani di pepe essiccati vengono versati dal contenitore alla sommità della base. Il fondo del contenitore viene poi utilizzato come "pestello" e la sua base come "mortaio" per macinare manualmente il pepe.
Antolini. Alla fiera parigina, Antolini ha partecipato con uno stand progettato dal designer Alessandro La Spada: un allestimento che ha saputo enfatizzare i prodotti realizzati con i materiali in pietra naturale del marchio. Il pavimento, realizzato in Calacatta Brasil, contiene un sofisticato “tappeto naturale” proposto in Phython Black, mentre la parete sullo sfondo, presentata in un suggestivo Patagonia Alluminate, ha fatto da sfondo a una vetrina con finiture in metallo dorato. Hanno completato l’ambientazione i complementi firmati Clan Milano.
Matteo Brioni. Alla fiera parigina, Matteo Brioni ha proposto il pavimento composto da Terraplus, un impasto di terra cruda additivato con leganti minerali e polimeri resinosi, che permette di ottenere una maggiore resistenza all’abrasione e all’acqua senza perdere la permeabilità. Le superfici in terra cruda del brand sono state presentate nel contesto del progetto FUGA di Studio Irvine, che va a creare composizioni inedite innestando elementi rigidi all'interno delle superfici del brand. - Credits: Giulio Boem
Colos. Tra le novità presentate da Colos a Parigi c'è Villa, progettata dal designer Jun Yasumoto: una seduta interamente in metallo con struttura in tondino d’acciaio e scocca in rete. Yasumoto è riuscito nell'obiettivo di coniugare linee classiche ed estetica contemporanea in una seduta per esterni che richiama le terrazze parigine.
Tom Dixon. Lo stand disegnato da Design Research Studio ha tratto ispirazione dall'architettura brutalista: il teatro perfetto per la messa in scena della nuova collezione di accessori, caratterizzata da linee rigorose ed estetiche black and white.
In occasione di Deco Off, Rubelli ha presentato le nuove linee tessili Rubelli, Rubelli Venezia e Dominique Kieffer. A fare da trait d'union tra le varie collezioni è stato il tema All About Colours: il colore viene esplorato in ogni sua sfaccettatura, con oltre trecento le nuance di colori esposti. A fare da sfondo poi, lo stand concepito da Hangar Design Studio, che ha presentato le linee di tessuti attraverso uno styling pensato per rappresentare le molteplici filosofie dell'abitare.
Preziosità sospese: alla fiera parigina, Brokis ha presentato Puro Eclectic, una composizione di lampade dalla forma tubolare realizzate in vetro soffiato a mano. Firmata dalla art director di Brokis Lucie Koldova, Puro Eclectic è una soluzione luminosa semplice ma al contempo d'effetto, ideale per i tavoli da pranzo.