Marazzi - Crogiolo - Lume
Marazzi - Crogiolo - Lume
Marazzi - Crogiolo - Scenario
Marazzi - Crogiolo - Scenario
Marazzi - Crogiolo - Zellige
Marazzi - Crogiolo - Zellige
Marazzi - Crogiolo - D_Segni Blend
Marazzi - Crogiolo - D_Segni Blend
Products

La nuova collezione Crogiolo di Marazzi

Una celebrazione dell’artigianalità: in occasione del suo 85° anniversario, Marazzi presenta Crogiolo, una collezione ispirata alle lavorazioni artigianali, alla loro unicità e alle loro splendide imperfezioni. Contraddistinta da materiali caldi e superfici tattili, si compone di sette linee: Lume, Zellige, Scenario, D_Segni Blend, D_Segni Scaglie, D_ Segni Colore e D_Segni.

A unirle idealmente è la capacità di intrecciare l’emozione del “fatto a mano” con le tecnologie industriali di ultima generazione, suggerendo un ritorno ai “sensi” e al segno dell’uomo, alla cura e all'attenzione del lavoro manuale.

Il nome della collezione prende ispirazione dalla storia dell’azienda. Negli anni ’80, infatti, il primo capannone industriale dell’azienda a Sassuolo, risalente agli anni 30, fu trasformato nel centro di ricerca e sperimentazione
 Il Crogiolo. Qui, artisti, architetti, ceramisti e progettisti furono chiamati a sperimentare usi nuovi e creativi del materiale ceramico, partendo dallo studio dei luoghi della memoria, del colore e degli effetti materici.

Da questi esperimenti nacquero i quaderni Il Crogiolo, pubblicati dall’azienda tra il 1987 e il 1989, che raccontavano nel dettaglio 112 progetti realizzati in collaborazione con fotografi, teorici e illustratori. Oggi, quel bagaglio di storia ha fatto nascere i protagonisti della collezione Crogiolo: Lume, che reinterpreta in gres la bellezza dei mattoncini maiolicati fatti a mano; Zellige, la linea contraddistinta da irregolarità create ad hoc su ogni piastrella; Scenario, che trae ispirazione dalla storica collezione ‘I Pennellati’ disegnata da Venerio Martini alla fine degli anni 50 per Marazzi; D_Segni Blend, frutto di una rivoluzionaria ricerca che ha portato a risultati inediti per quanto riguarda il colore e la superficie; D_Segni Colore, che ripensa in chiave contemporanea il fascino rétro; D_Segni Scaglie, ispirata al seminato veneziano; e D_Segni, che reinterpreta in gres 20x20 il fascino delle storiche cementine fatte a mano.