Credits: Lesha Limonov
Credits: Lesha Limonov
Credits: Lesha Limonov
Credits: Lesha Limonov
Credits: Lesha Limonov
Products

Le mascherine da notte diventano opere d’arte

Dalla Ronda di Notte di Rembrandt del 1642 all’autoritratto realizzato nel 1889 da Vincent van Gogh. Le mascherine da notte del graphic designer bielorusso Lesha Limonov raffigurano alcuni dei dipinti più famosi di sempre.  

Si tratta di un progetto curioso e fuori dai canoni tradizionali realizzato per l’International Rijksstudio Award 2017, l'annuale concorso promosso dal Museo Rijksmuseum di Amsterdam. Ogni mascherina è presentata in un packaging curato e raffigura una stampa degli occhi tratti dai dipinti della collezione del museo olandese.

«Quando arriva la notte e i corridoi del museo si svuotano, i capolavori della pittura restano svegli», racconta l’artista a proposito di Masterpieces Never Sleep!, che per ora è ancora un concept. «Non chiudono mai gli occhi e sorvegliano ciò che accade intorno a loro. Con queste maschere sarete certi di vedere capolavori nei vostri sogni. E il vostro sonno sarà protetto, perché i loro occhi saranno i guardiani del vostro riposo».

Places
10 ristoranti di design a Madrid
News
Devon&Devon sbarca in Florida
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi