Credits: Dandelion by Nendo per Lemnos
Credits: Dandelion by Nendo per Lemnos
Credits: Il Marble Wall Clock
Credits: Marble Wall Clock by Norm Architects per Menu
Credits: Marble Wall Clock by Norm Architects per Menu
Credits: Marble Wall Clock by Norm Architects per Menu
Credits: Dinn by Alessandro Zambelli per Diamantini&Domeniconi
Credits: Dinn by Alessandro Zambelli per Diamantini&Domeniconi
Credits: Pieces of Time by Ding 3000 per Discipline
Credits: Riki Clock by Riki Watanabe per Lemnos
Credits: Tempo Clock by Naoto Fukusawa per Magis
Credits: Watch Me Clock by Rasmus Gottliebsen per Normann Copenaghen
Credits: Watch Me Clock by Rasmus Gottliebsen per Normann Copenaghen
Products

Sette orologi di design da parete

Laura Barsottini

Ogni orologio racconta il tempo in modo unico.

Con un netto movimento perpetuo oppure con un fluido e quasi impercettibile moto circolare delle lancette. Minuti, secondi e ore trovano spazio sul quadrante oppure liberano la superficie e chiamano in causa il nostro senso dell'orientamento.

L'orologio da parete è sicuramente uno di quegli accessori di cui non si può fare a meno, poiché scandisce i ritmi della quotidianità.

Ecco sette modelli per soddisfare ogni necessità stilistica e personalizzare opportunamente gli spazi, domestici e non.

Tempo – Progettato dal designer giapponese Naoto Fukasawa per Magis, Tempo è un orologio elementare che sintetizza il concetto del tempo grazie alle lancette dei minuti e delle ore di uguale lunghezza e dello stesso colore dei numeri stilizzati sul quadrante. Disponibile nelle varianti nero, arancione, marrone e grigio.

Dinn – L'italiano Alessandro Zambelli ha disegnato per Diamantini & Domeniconi un orologio con campanella in ottone incorporata. Si chiama Dinn ed è ispirato a La Campanella di Niccolò Paganini. Le lancette dei minuti, grazie a un piccolo martelletto posto sull'estremità, rintoccano con regolarità ad ogni ora.
 
Riki Clock – Riki Watanabe progetta per Lemnos un orologio con telaio multistrato realizzato artigianalmente. In numeri a caratteri grandi segnano lo scorrere delle lancette, armoniosamente realizzate in spessori e lunghezze diverse.

Marble Wall Clock – Un orologio dalle linee pulite, spogliato di tutti i dettagli non necessari. Si tratta di un semplice quadrante in marmo di alta qualità con applicate le lancette dei minuti e delle ore. Marble Wall Clock è progettato dallo studio danese Norm Architects ed è disponibile in verde Guatemala e bianco opaco.

Watch Me Clock – Il designer danese Rasmus Gottliebsen progetta per Normann Copenaghen un orologio che si apre a ventaglio e mostra gradevolmente il passaggio da un colore all'altro.



Dandelion – Un orologio da parete, come suggerisce il nome, che racconta il tempo attraverso semi di tarassaco (il cosiddetto soffione) posizionati sul quadrante al posto dei classici numeri. Dandelion è progettato dallo studio giapponese Nendo per Lemons ed è disponibile in tre colorazioni.



Pieces of Time – Dodici spicchi intarsiati su un quadrante in frassino privo di numeri dove le lancette colorate scorrono perpetuamente. Il progetto è a cura di Ding 3000 per Discipline.


Products
Cinque oggetti per una scrivania di design
Products
3 amplificatori “green”, unione di hi-fi e di design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto