Panton Chrome, Vitra
Panton Glow, Vitra
Products

La Panton Chair compie 50 anni

I festeggiamenti per i 50 anni della Panton Chair sono cominciati nel 2017 con una limited edition nella tinta sunlight. Oggi, in occasione di IMM Cologne (15-21 gennaio), Vitra presenta una doppia edizione limitata. Fu infatti al salone di Colonia che la celebre sedia a sbalzo venne rivelata al pubblico per la prima volta nel 1968.

Vitra propone due versioni inedite che omaggiano questo grande classico del design: Panton Chrome e Panton Glow. Con il primo modello, l’azienda svizzera celebra la grande passione per le superfici specchianti di Verner Panton, che nel corso della sua carriera sperimentò diversi effetti di riflessione. Passione che si manifesta in numerosi dei suoi progetti tra mobili, sistemi di illuminazione e arredi d’interni. Già nei primi anni Settanta Panton aveva esplorato la possibilità di conferire alla Panton Chair una superficie a specchio, cosa che all’epoca non si concretizzò per via di limiti tecnici.

A distanza di cinquant’anni Vitra ha brevettato una procedura che consente di ottenere l’effetto a specchio desiderato, risultato di un processo di metallizzazione in cui le particelle di metallo sono integrate in molteplici strati di vernice. Un sistema di verniciatura complesso che dà vita alla nuova Panton Chrome.

La seconda limited edition, Panton Glow, si ispira invece all’installazione Visiona 2 del 1970, dove pareti e soffitti sembravano illuminarsi dall’interno quasi in modo psichedelico. L’edizione è stata realizzata in collaborazione con Marianne Panton, moglie di Verner, ed è frutto di un procedimento dove cinque strati di vernice contenenti pigmenti fosforescenti vengono applicati artigianalmente alla scocca e sigillati da un rivestimento protettivo lucido. Il risultato? Di giorno la seduta assorbe la luce solare e al buio emette un bagliore azzurro.

Panton Chrome sarà disponibile a partire da marzo, mentre per il modello Panton Glow bisognerà attendere il prossimo giugno.

Places
Il primo MUJI Hotel, a Shenzen
Places
Un monastero ecosostenibile in legno, a Lecce
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi