La collezione di Paul McCarthy per The Skateroom - Credits: Skateistan Johannesburg e The Skateroom
Products

Paul McCarthy crea una collezione di tavole da skate per beneficenza

Mariacristina Ferraioli

La cultura underground incontra l’arte contemporanea e lo fa per beneficenza. Nasce così The Skateroom, la collezione di tavole da skateboard firmate dall’artista Paul McCarthy per sostenere Skateistan, una scuola per skater che a Johannesburg salva i ragazzi più poveri dalla strada.

Un progetto ideato dall’associazione non-profit belga The Skateroom che, dal 2013, è attiva nell’ideazione di interventi a favore dell’infanzia e dei giovani che si trovano in condizioni disagiate in varie parti del pianeta.  

L’associazione invita artisti di fama internazionale a creare opere d’arte sugli skateboard per sostenere progetti di beneficenza in giro per il mondo.

Dopo Ai WeiWei e Andy Hope, protagonisti delle edizioni precedenti, la scelta di The Skateroom è ricaduta sull'artista americano Paul McCarthy, classe 1945, uno degli artisti più visionari del nostro tempo.

McCarthy ha riprodotto su ogni skateboard un’immagine tratta dalla serie Propo, probabilmente la più iconica di tutta la sua produzione. Un’edizione limitata di soli 250 esemplari, divisi in 10 modelli, tutti numerati e firmati dall’artista.

Maschere vintage, bottiglie, bambole abbandonate e animali di peluche danno vita nei coloratissimi skateboard realizzati da Paul McCarthy ad un mix frenetico di elementi pop e trash assolutamente in linea con la poetica dell’artista americano. La serie, che è stata presentata al MoMa di New York, è già un cult.

Obiettivo raggiunto e successo di pubblico talmente ampio che l'associazione belga è già a lavoro per l'edizione successiva. The Skateroom, infatti, non si ferma. Dopo Paul McCarthy, sarà l’artista sudafricano Robin Rhode ad aderire alla sua prossima campagna di solidarietà.

La collezione di Paul McCarthy per The Skateroom con riprodotte le opere della serie Propo - Credits: Skateistan Johannesburg e The Skateroom
La collezione di Paul McCarthy per The Skateroom con riprodotte le opere della serie Propo - Credits: Skateistan Johannesburg e The Skateroom
La collezione di Paul McCarthy per The Skateroom con riprodotte le opere della serie Propo - Credits: Skateistan Johannesburg e The Skateroom
La collezione di Paul McCarthy per The Skateroom - Credits: Skateistan Johannesburg e The Skateroom
I 3 skateboard della collezione firmati dall'artista - Credits: Skateistan Johannesburg e The Skateroom
News
Cento sedie (di design) in miniatura
News
10 eventi di inizio autunno
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”