ModelSmart 250S 3D, la prima stampante 3D firmata Polaroid - Credits: Polaroid
Products

Polaroid presenta una stampante 3D dedicata al grande pubblico

Alessandro Mitola

Negli anni Quaranta Polaroid ha rivoluzionato il mondo della fotografia analogica con il primo esemplare di istantanea, avviando un processo di democratizzazione del medium fotografico: chiunque poteva scattare senza necessariamente avere particolari conoscenze tecniche. Semplicità e immediatezza del risultato hanno reso Polaroid la fotocamera istantanea per antonomasia, un oggetto di culto che ha segnato intere generazioni.

Oggi, a distanza di quasi settant’anni, l’azienda statunitense ci riprova spostando la sua attenzione sulla stampa 3D, con l’obiettivo di  renderla «parte integrante della vita quotidiana di tutti». 
Presentata in occasione dell’edizione 2016 del Consumer Electronics Show, ModelSmart 250S 3D è una stampante dedicata al grande pubblico, realizzata in collaborazione con il produttore di cartucce a getto d’inchiostro EPB, che prende in prestito dalle classiche Polaroid design e palette colore.

«Esattamente come la prima macchina fotografica Polaroid Land ha consentito alle persone di guardare un negativo svilupparsi istantaneamente, il nostro rapporto con EBP consentirà di portare la magia della creazione di un oggetto davanti ai vostri occhi», spiega Scott W. Hardy, Presidente e CEO di Polaroid.

Le stampe prodotte da ModelSmart 250S sono fatte con filamento in PLA proprietario, disponibile in nove colori, uno dei materiali più sicuri per la stampa 3D secondo l’Illinois Institute of Technology.
La nuova punta di diamante firmata Polaroid sarà inizialmente disponibile esclusivamente per il mercato europeo, a partire dalla prima metà del 2016.

Cartucce per la stampa 3D - Credits: Polaroid