Porsche Design Huawei Mate 10
Porsche Design Huawei Mate 10
Products

Intelligenza lussuosa formato smartphone

Bello, elegante, intelligente. Virtù e talenti umani, ma che ben descrivono Porsche Design Huawei Mate 10, l’ultimo frutto del sodalizio avviato lo scorso anno tra il produttore cinese e la casa tedesca. Si tratta di uno smartphone per chi desidera distinguersi e, al contempo, tenere tra le mani un oggetto lussuoso, in grado da colpire già da lontano con il suo colore stentoreo, il «Diamond Black», le linee sinuose e i riflessi di luce aggraziati che richiamano le sfumature della ceramica.

Ad accenderlo è un nitidissimo display Oled da 6 pollici, quasi senza bordi, di una brillantezza ipnotica; sul retro ci sono due sensori da 20 e 12 megapixel, per scatti intensi e di qualità anche in bianco e nero. Merito di un’altra alleanza di prestigio, quella con Leica, eccellenza applicata all’immagine che firma il comparto fotografico. Le lenti sono state poste sul retro, al centro, una sull’altra, aumentando la sensazione di armonia complessiva che il telefono trasmette.

Un fascino, però, non fine a sé stesso, che non si ferma all’estetica della carrozzeria, tiene sotto il cofano il meglio della tecnologia disponibile. Accanto al look, il vero punto di forza sta infatti una parola e tre numeri: «Kirin 970», il cuore di chip realizzato da Huawei che batte nella nuova serie Mate, di cui è parte anche il modello 10 Pro. «Kirin 970» porta l’intelligenza artificiale in tasca, ottimizzando le prestazioni in automatico (come fa il motore di una supercar evoluta) senza scalfire la durata della batteria, che può arrivare a due giorni di autonomia; riconoscendo gli oggetti che si stanno inquadrando per calibrare al meglio i colori, cancellando i rumori di fondo per elevare la qualità delle conversazioni. In automatico. Senza che il proprietario debba perdersi dietro a tortuose impostazioni. Appena presentato a Monaco, Porsche Design Huawei Mate 10 sarà disponibile in Italia da metà novembre a 1.395 euro.