Credits: Herman Miller
Products

Back to work: 10 scrivanie regolabili per lavorare in piedi e seduti

Se ne parla sempre di più e numerosi studi lo confermano: stare seduti troppo tempo davanti al pc danneggia la salute. La prolungata sedentarietà provocherebbe infatti l'irrigidimento dei muscoli con dolori al collo e mal di schiena, il rallentamento del metabolismo, problemi cardiovascolari e di postura, cattiva digestione, ecc ecc. Se però il nostro lavoro ci impone computer e vita sedentaria, ecco trovata la soluzione: le scrivanie regolabili, o standing desk.

Dotate di gambe allungabili e piani inclinabili, permettono di lavorare sia da in piedi che da seduti. Una vera e propria rivoluzione: secondo alcuni esperti, lavorare in piedi per almeno due ore al giorno sarebbe un vero e proprio toccasana. Non solo per il fisico, ma anche per creatività e produttività. Il motivo? La maggiore mobilità migliora la circolazione e favorisce il rilassamento dei muscoli della schiena. E per chi è costantemente a dieta, farà piacere scoprire che fa bruciare anche più calorie.

Insomma, le scrivanie regolabili sono un must da procurarsi subito. Noi ne abbiamo selezionate dieci, tutte iper flessibili e funzionali, dedicate a chi vuole unire smart work e benessere.

Manerba- T-Leg. Un sistema di scrivanie dal design minimale che riprende la T rovesciata tipica delle scrivanie degli anni 80-90. Grazie alla sua funzione sit&stand è ideale per chi desidera alternare la posizione seduta a quella in piedi. Ma non solo: si può trasformare in piano d'appoggio per riunioni informali e veloci.
Emmesystem – Conform Tecnus. Quando la tecnologia incontra il design: la scrivania Conform Tecnus di Emmesystem si caratterizza per la colonna centrale regolabile con struttura in acciaio verniciato. Premendo semplicemente un pulsante è possibile alzare e abbassare la colonna elettrica motorizzata a 3 stadi. Ma non solo: l'altezza della scrivania è regolabile anche attraverso lo smartphone grazie alla app Desk Control.
Ikea – Bekant. Un set di scrivanie completamente personalizzabile pensato per favorire la creatività e i meeting informali: i piani di lavoro Bekant sono disponibili in diverse dimensioni e possono essere abbinati fra loro per creare postazioni di lavoro modulari. Inoltre, sono dotati di una rete per organizzare i cavi.
Herman Miller – Atlas Office Landscape. Design by Tim Wallace. Quando la postazione di lavoro è smart: l'azienda americana ha pensato all'ufficio del futuro creando un sistema di scrivanie che incontra le esigenze del 21° secolo. Piani di lavoro completamente flessibili, regolabili in altezza e inclinabili a seconda dei bisogni e delle preferenze.
Egotron – WokFit-D. Un tavolo da lavoro regolabile in modo semplice e senza motorizzazioni. Grazie alla tecnologia brevettata CF, il freno integrato blocca il tavolo nella posizione prescelta e basta un solo tocco per disinserirlo e regolare l’altezza come si desidera. Può essere integrato con il braccio per tastiera estraibile Neo-Flex.
Artexport – Ergomax. La scrivania Ergomax di Artexport possiede gambe in metallo e piano scrivania in finitura bianco e bordo antiurto. Alzarla e abbassarla è semplicissimo, grazie alla regolazione motorizzata. È dotata di un ampio passacavi rettangolare.
Estel – Evo Sit&Stand. Per un ufficio all'insegna del benessere: Estel ha creato il sistema di scrivanie Evo Sit&Stand, caratterizzato da schermi frontali fonoassorbenti in tessuto e da gambe regolabili in altezza. Tra una postazione di lavoro e l'altra possono essere inseriti dei sottili pannelli divisori in vetro.
Vitra – Hack. Design by Konstantin Grcic. Modulare, funzionale e iper-personalizzabile: è l'ufficio secondo Vitra. Proprio da questa visione è nato Hack, un set di pannelli di legno grezzo che si trasforma in quello che si vuole: scrivanie regolabili, basi d'appoggio per sedute, tavoli e tavolini bassi. Il tutto, completamente ripiegabile in una scatola piatta trasportabile con semplicità. Insomma: un ufficio ready-to-use. Il pensiero corre subito al mondo delle start up e delle realtà più giovani e dinamiche.
Sedus – Temptation C. Coniuga design ed ergonomia il tavolo da lavoro Temptation C di Sedus. Consente di scegliere tra 5 tipologie di regolazione d'altezza: manuale, a manovella, con attrezzo, con cartuccia a gas e con elettromotore. Dal design lineare e pulito, si caratterizza per la struttura in acciaio e il piano in melaminico.
Kinnarps – Series (P). Flessibile ed eco-sostenibile: la linea di scrivanie Series (P) dell'azienda svedese Kinnarps è stata creata per facilitare la mobilità e il benessere di chi lavora. Premendo un pulsante sarà possibile regolare la scrivania come si desidera. Inoltre, le scrivanie sono dotate di un vano nascondi-cavi, di una powerbox e di un cassettino per riporre gli oggetti più piccoli.
Milano Design Week
Icon Design Talks 2017: the protagonists
News
Icon Design di settembre
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi