La serie di sedie impilabili 'Pair', disegnata da Benjamin Hubert - Credits: Fritz Hansen
Products

Le nuove sedie impilabili di Fritz Hansen

La nuova linea di sedie impilabili Fritz Hansen nasce dalla prima collaborazione con il designer inglese Benjamin Hubert e il suo studio Layer.

Pair verrà svelata all’Orgatec di Colonia, fiera dedicata al contract e all'arredo ufficio in programma dal 25 al 29 ottobre, aggiungendosi alla corposa serie di sedute editate dalla storica azienda danese.

Il design di Pair è contemporaneo, dalle forme minimali, scultoree. Ha visto un periodo di gestazione di tre anni, durante i quali sono stati sviluppati 30 prototipi che hanno portato alla finalizzazione di un progetto adattabile a qualsiasi ambiente.

La tradizionale scocca in legno multistrato è abbinata a uno schienale in policarbonato stampato a iniezione, in equilibrio tra classico e moderno. La trasparenza al 10% dello schienale, disponibile in quattro colorazioni, rende la qualità del materiale plastico utilizzato simile a quella del vetro. Tutto questo attraverso la medesima tecnica produttiva impiegata nella realizzazione delle sedie celebri Series 7 e Ant, nel pieno rispetto della tradizione Fritz Hansen.

Christian Andresen, Responsabile del Design presso Fritz Hansen, ha raccontato: «Benjamin è stato la nostra fonte di ispirazione e ha creato qualcosa di veramente nuovo con una profonda storia emotiva, pur restando vicino alla personalità di Fritz Hansen».

Credits: Fritz Hansen
Credits: Fritz Hansen
Credits: Fritz Hansen
Credits: Fritz Hansen
Credits: Fritz Hansen
Credits: Fritz Hansen
Credits: Fritz Hansen
News
La collezione di David Bowie di mobili del Gruppo Memphis
Places
LouLou e Musling: due nuovi ristoranti nel cuore di Copenhagen
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento