Grand Executive by Vitra, design a cura di Antonio Citterio
Luisa by Cassina, design a cura di Franco Albini
Oxford by Republic of Fritz Hansen, design a cura di Arne Jacobsen
Tuffy by Magis, design a cura di Konstantin Grcic
Products

5 sedie per lo studio, ergonomiche e di stile contemporaneo

Alessandro Mitola

A casa o in ufficio, la scelta della sedia per completare lo scrittoio deve essere il giusto compromesso tra funzionalità, ergonomia e design.

Una seduta di qualità è certamente un buon punto di partenza per lavorare con continuità e in maniera produttiva. Ecco cinque modelli, tra grandi classici e novità.

Grand Executive, disegnata da Antonio Citterio per Vitra, è una seduta che unisce eleganza e funzionalità. Grazie allo schienale alto dotato di poggiatesta e braccioli, imbottiture morbide e finiture in pelle pregiata, offre il massimo comfort durante le ore lavorative. Gran Executive è segnata da una struttura volumetrica generosa, dove a fare la differenza sono i dettagli: il meccanismo Flowmotion consente di adattare in ogni circostanza la posizione di seduta.

Un grande classico del design che nel 1955 valse a Franco Albini il Compasso d’Oro. Luisa è una poltroncina che ha avuto una lunga gestazione: 15 anni di intenso lavoro per giungere alle versione definitiva del progetto. Il suo tratto distintivo è l’aumento di spessore degli elementi in legno nei punti di giunzione tra le parti. Luisa è prodotta da Cassina ed è disponibile in noce canaletto, frassino naturale o tino nero, nelle varianti tessuto o pelle.

In origine la seduta Oxford di Republic of Fritz Hansen era stata progettata per i professori del St. Catherine’s College di Oxford: lo schienale alto rappresentava il prestigio degli accademici. In seguito, la sedia ha subito un’evoluzione, comprendendo anche una versione con schienale basso e schienale medio, accolta tra le polemiche da parte della commissione, che ha poi deciso di premiare il danese Arne Jacobsen con un dottorato onorario.

Pollock Executive Chair, datata 1963 e firmata da Charles Pollock, è una vera icona del design Knoll. È una seduta avvolgente e confortevole dotata di tecnologia RIM, ovvero l’uso di una fascia in alluminio che disegna l’intero perimetro della seduta. Intramontabile, per la casa e per l’ufficio, è dotata di sedile e schienale imbottiti con schiuma di uretano e rivestimento in tessuto e pelle, con basamento a cinque razze in alluminio.

Con Tuffy, Konstantin Grcic si concentra sulla meccanica e sul suo ruolo nella progettazione della seduta. Tuffy è prodotta da Magis ed è caratterizzata da un meccanismo a vite tramite il quale è possibile regolare l’altezza del sedile girevole in legno massello di faggio. Lo schienale ergonomico in plastica stampata riprende una forma a T e si adatta perfettamente alla schiena in posizione di seduta.

Places
Il restauro della Chiesa di San Pellegrino a Lucca
News
Nendo al Taiwan Design Museum di Taipei
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Ristoro con vista: gli approdi scenici in giro per l

Ristoro con vista: gli approdi scenici in giro per l'Italia

I ristoranti in cui unire cibo e convivialità guardando panorami spettacolari. Eccone cinque tutti da scoprire
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo