LC8, lo sgabello disegnato da Charlotte Perriand nel 1978 - Credits: Cassina
Products

10 sgabelli d’autore, tra estetica e funzionalità

Alessandro Mitola

Gli sgabelli sono uno di quei complementi di cui proprio non si può fare a meno.

Offrono un appoggio solido, comfortevole e un minimo ingombro, caratteristiche funzionali di grande praticità: si adattano ad ogni tipo di ambiente, dal living alla cucina passando per la zona notte.

In legno, acciaio o plastica non importa, la scelta va fatta in relazione al contesto, tenendo bene a mente l’estetica e il mood degli spazi.

Naturalmente, è di fondamentale importanza l'altezza, da scegliere rigorosamente in base alla destinazione d'uso e al piano a cui andranno abbinati.

Tra icone senza tempo e qualche novità, ecco 10 sgabelli di design firmati dai più importanti progettisti internazionali.

Scopriteli sfogliando la gallery fotografica.

Feel Good è uno sgabello firmato Antonio Citterio per Flexform. È caratterizzato da linee semplici, impreziosiste da una seduta con schienale rivestita in tessuto o pelle. Proprio per le sue forme equilibrate, Feel Good risponde alle diverse esigenze di stile dell'ambiente abitativo. - Credits: Flexform
Fulgens di B&B Italia è uno sgabello in due altezze messo a punto da Antonio Citterio nel 2015. La seduta con schienale, disponibile con rivestimento in tessuto o pelle, poggia su una struttura in legno massello di faggio dal design equilibrato ed elegante. - Credits: B&B Italia
Evoluzione dell’iconica seduta disegnata da Arne Jacobsen per Fritz Hansen, lo sgabello Serie 7 incarna lo spirito nordeuropeo. Un grande classico che con la sua leggerezza - pesa solo 4 chili - è in grado di donare carattere a qualsiasi tipo di ambiente. - Credits: Fritz Hansen
Prodotto dalla giovane azienda danese HAY, Revolver Stool è uno sgabello funzionale dal sapore scandinavo messo a punto dal newyorkese Leon Ransmeier. Disponibile in tre gamme cromatiche - grigio, rosso e nero - è realizzato in metallo ed equipaggiato con una base sormontata da un anello girevole che consente una rotazione di 360° della parte superiore della seduta. - Credits: HAY
Progettato nel 1975 dal trio De Pas, D’Urbino, Lomazzi, Giotto è uno sgabello girevole e regolabile in altezza che non conosce età. È sinonimo di funzionalità: la struttura infatti è costituita da tavole in legno di faggio raccordate con una crociera in metallo color rosso, dove è alloggiata la seduta. - Credits: Zanotta
Pensato per arredare l’ufficio, 360° è uno sgabello progettato nel 2009 dal designer tedesco Konstantin Grcic per Magis. Si tratta di una seduta ibrida dal design inconfondibile, che riassume il principio di mobilità nello spazio lavorativo. - Credits: Magis
Uno tra i classici del design firmato Cassina. Disegnato da Charlotte Perriand nel 1978, LC8 è uno sgabello girevole, senza schienale, con struttura in acciaio cromato trivalente, lucido oppure nei colori grigio, azzurro, verde, marrone, fango, avorio o nero. - Credits: Cassina
Charles Ghost è uno sgabello disegnato da Philippe Starck che celebra l’essenza della trasparenza, declinandola in un’ampia gamma cromatica e richiamando le linee delle sedute dell’800. È uno sgabello perfetto per interni ed esterni, prodotto in tre diverse altezze da Kartell.
Askia è uno sgabello con struttura in tubolare di metallo e finitura a fuoco con protezione antiossidante e smalto trasparente opaco. Lo scheletro è sormontato da una seduta in pelle o cuoio dal carattere industriale. Il design è firmato da Paola Navone per Baxter. - Credits: Baxter
Progettato da Giulio Iacchetti e prodotto da R.C.B., Affi è uno sgabello in legno massello di faggio, assemblabile con pochi gesti grazie a un sistema di incastri. Al centro della seduta è presente un’asola che ne facilita la presa, lasciando intravedere il gioco di sovrapposizione delle gambe. - Credits: Internoitaliano
Products
Ron Arad con Ripples reinterpreta la borraccia
Milano Design Week
Scavolini, le anteprime del Salone del Mobile 2016
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”